Focus

Serie A, Davvero imbarazzanti le designazioni arbitrali. Impossibile crederci ma davvero è successo

Imbarazzanti le designazioni arbitrali. Rizzoli e Nicchi continuano a puntare su direttori di Gara “orbi”

 

NAPOLI. Imbarazzante, davvero imbarazzanti le ennesime designazioni arbitrali. Come definire la designazione di Calvarese per Bologna – Roma dopo i gravi accadimenti di Sampdoria – Milan?

Oppure la riproposizione al VAR di Di Paolo (Crotone – Spezia) e Mondin (segnalinea in Lazio _ Verona) dopo che questi siano stati quasi “spettatori” al VAR di Sampdoria – Milan?

Come abbiano fatto Calvarese, Di Paolo e Mondin a non vedere la sbracciata di Romagnoli ai danni di Damsgaard resta un mistero.

Nella giornata nella quale mancheranno Maresca e Guida, dopo Roma – Sassuolo, saranno ancora all’opera Valeri (VAR di Genoa – Juventus) e Irrati (VAR di Torino – Udinese) che dopo le titaniche imprese compiute in Napoli – Milan (VIII giornata) non hanno mai conosciuto pause. Pare quasi impossibile crederci ma davvero è successo che due arbitri internazionali, con la moviola a disposizione, coadiuvati da Paganessi all’AVAR, si sono lasciati sfuggire una gomitata di Ibrahimovic a Koulibaly ed il clamoroso sgambetto di Donnarumma ai danni di Koulibaly in area milanista.

Senza contare la gratuita espulsione di Bakayoko. Dopo Napoli – Milan, Valeri era già al VAR di Bologna – Crotone alla giornata successiva (IX) e nella stessa giornata Irrati ha diretto Sassuolo – Inter. Per non farci mancare proprio nulla, Rizzoli ha rimesso insieme Valeri e Irrati (ancora al VAR) per Inter – Bologna alla X giornata, con risultato sbloccato da una rete irregolare di Lukaku. Nella giornata che ci mancheranno i fischi di Maresca e Guida, dopo Roma – Sassuolo. Non ci ha sorpreso Rizzoli che per l’XI di campionato non può proprio fare a meno di Valeri e Irrati.

Riproduzione consentita con citazione della fonte Napolipiu.com

Back to top button

Benvenuto su napolipiu.com

Consenti gli annunci sul nostro sito Sembra che tu stia utilizzando un blocco degli annunci. Ci basiamo sulla pubblicità per finanziare il nostro sito.