Di Marzio sul mercato: Todibo può diventare più forte di Koulibaly!

Gianni Di Marzio sul mercato: “Todibo va preso subito. In prospettiva può diventare più forte di Koulibaly”. Così ha parlato l’ ex allenatore azzurro a Radio Marte

[better-ads type=”banner” banner=”81855″ campaign=”none” count=”2″ columns=”1″ orderby=”rand” order=”ASC” align=”left” show-caption=”1″][/better-ads]


Di Marzio
sul mercato: “Todibo va preso subito. In prospettiva può diventare più forte di Koulibaly”. L’ ex allenatore azzurro, oggi dirigente sportivo e consulente di calciomercato, ha espresso alcune considerazioni sul club azzurro. In particolare, le sue opionioni si sono concentrate su Todibo, talento del Tolosa nel mirino del Napoli e della Juventus, ma non solo.

Il mercato

Gianni Di Marzio ha rilasciato alcune dichiarazioni ai microfoni di Marte Sport Live, trasmissione di approfondimento sui temi caldi in casa partenopea, in onda sulle frequenze di Radio Marte. Sul mercato azzurro ha affermato: “Cavani è un idolo a Napoli, un sogno. Certe operazioni però sono difficili dal punto di vista economico. Todibo? Tempo fa dissi a Marino di prendere Lavezzi, oggi invece dico che non bisogna perdere tempo perchè Todibo va preso subito. In prospettiva può diventare anche più forte di Koulibaly perchè è più alto, corre tanto e bene e sa fare la fase della profondità. E’ un destro, sui duelli aerei arriva prima degli avversari per cui è un giocatore da prendere subito. Va preso oggi, pomeriggio e non domattina quando arriveranno altre società. Mertens è diventato un centravanti vero, i numeri sono dalla sua parte. Più che un attaccante, il Napoli credo debba guardare al un centrale davanti alla difesa”.

Napoli – Chievo

Sul match di domenica l’ ex allenatore ha osservato: “Il Chievo dovrebbe essere un avversario alla portata del Napoli, ma nessuno vuole perdere e la squadra di Ancelotti non deve abbassare la guardia contro una formazione che, dopo il cambio di allenatore, vorrà dimostrare la propria forza. Il Napoli deve scendere in campo concentrato senza avere la testa alla Stella Rossa per non correre pericoli”.

 

 

 

Altre storie
Cafiero de Raho: “Ho elogiato De Laurentiis per la clausola sulla camorra”