Varie-Calcio

Antiriciclaggio: anche Ronaldo segnalato, non solo Allegri

Nel mirino dell'Unità di informazione finanziaria ci finisce anche l'attaccante della Juventus

Cristiano Ronaldo segnalato all’Antiriciclaggio dopo Massimiliano Allegri. Il quotidiano La Verità continua nella sua inchiesta sui movimento sospetti che ieri hanno preso di mira Allegri, tecnico della Juve a causa di prelievi sospetti. Questa volta la segnalazione è per Cristiano Ronaldo con segnalazioni dall’Unità informazione finanziaria, ufficio antiriciclaggio, della Banca d’Italia. “Il 12 marzo 2021 è stato segnalato anche Cristiano Ronaldo per “prelevamento con moduli di sportello” scrive il quotidiano.

L’Antiriciclaggio segnala movimenti sul conto di Ronaldo dopo l’informativa inviata dai risk manager di Intesa San Paolo. A far accendere la spia rossa sono tre prelievi eseguiti dal “conto di Cristiano Ronaldo tra l’11 dicembre del 2020 ed il 26 febbraio del 2021 complessivi di 220 mila euro. Quando è stato chiesto a cosa servivano i soldi il cliente ha “risposto che si trattava di pagamento di spese correnti quotidiane”.

Operazioni sospette: Antiriciclaggio segnala Ronaldo

Dunque “Pur considerando l’origine certa della provvista e l’elevato profilo economico del cliente, non potendo avere contezza della reale destinazione dei fondi prelevati per contante, si procede con l’inoltro della presenze segnalazione di operazione sospetta” riporta il quotidiano La Verità. Lo stesso che nella giornata di ieri ha aperto un focus su movimenti sospetti e bonifici dall’estero sui conti di Massimiliano Allegri che si è difeso da ogni accusa, dicendosi estraneo a qualsiasi atto illegale.

“Nella nota c’è anche l’entità movimenti sul conto di Ronaldo tra dil 1° gennaio 2021 ed il 10 marzo 2021. Nella casella avere ci sono gli emolumenti corrisposti dalla Juventus, quasi 34 milioni di euro mentre nella colonna dare siamo a circa 31,5 milioni di euro”.

La verità ricorda anche come nel 2019 l’attaccante della Juventus ha chiuso con un un patteggiamento il suo contenzioso con il fisco spagnolo (risalente a quando era al Real Madrid) riguardante una evasione fiscale da 14,7 milioni di euro. Secondo l’accusa Ronaldo aveva nascoto al fisco parte dei ricavi generati dai suoi diritti diimmagine grazie alla creazione di due società schermo, una alle Isole Vergini britanniche e l’altra in Irlanda.

Back to top button

Benvenuto su napolipiu.com

Consenti gli annunci sul nostro sito Sembra che tu stia utilizzando un blocco degli annunci. Ci basiamo sulla pubblicità per finanziare il nostro sito.