ULTIME NOTIZIE SULL'EMERGENZA CORONAVIRUS

L’arbitro Valeri ha diretto 32 volte la Juventus. Spunta un dato clamoroso

L'arbitro Valeri ha diretto 32 volte la Juventus. Spunta un dato clamoroso

L’arbitro Valeri ha diretto 32 volte la Juventus in serie A.  In 5 occasioni l’hanno spuntata gli avversari dei bianconeri; 18 volte ha vinto la Juve non senza polemiche.

Le straordinarie gesta arbitrali di Valeri viste in Milan – Juventus nella semifinale di andata della Coppa Italia non sono una rarità nelle gare della Juventus. Il direttore romano non ci ha fatto mancare proprio nulla nelle 32 gare arbitrate con la Juventus in gioco. In Coppa Italia Valeri è stato addirittura utilizzato per 4 semifinali della Juventus. Milan – Juventus si può considerare il copia – incolla dell’altra semifinale fra Juventus – Napoli del 28 febbraio 2017. Nella circostanza uno stoico Napoli fu messo sotto da 2 rigori farlocchi e da un rigore vero non dato ad Albiol.

Valeri non fu fermato allora e dopo l’ultima impresa di Coppa è stato addirittura utilizzato due giorni dopo al VAR di Lecce – Spal. La repentina presenza di Valeri alla 24ma giornata di campionato è l’ennesima conferma della fallimentare gestione arbitrale.

Per un rigore assegnato al Napoli, il designatore Rizzoli ha fermato Massa per un mese ed ora per fatti ben più gravi Valeri è di nuovo al lavoro in meno di due giorni. Oltre al rigore farlocco al 90°, su Valeri pesa anche la pessima gestione disciplinare che tanto peserà anche nella gara di ritorno.

Valeri ha diretto 32 volte la Juventus, solo in 5 occasioni l’hanno spuntata gli avversari dei bianconeri; 18 volte ha vinto la Juventus.

In campionato sono 16 le vittorie bianconere e 3 le sconfitte, ma sono i numeri il cavallo di battaglia di Valeri. In 27 partite sono 64 le ammonizioni bianconere contro i 71 cartellini gialli rifilati agli avversari; una sola espulsione per la Juventus. Per sette volte i torinesi hanno giocato contro squadre in inferiorità numerica; sono 8 però i giocatori bianconeri non espulsi da Valeri. Ecco il dettaglio.

ARBITRO VALERI -JUVENTUS 2010/11

  1. SAMPDORIA – JUVENTUS 3 – 3, XXXVIII GIORNATA, 17 MAGGIO 2008.
  2. CHIEVO V. – JUVENTUS 1 – 0. XX GIORNATA, 17 GENNAIO 2010.

La rete di Sardo al 33’ spegne tutte le polemiche, ma l’arbitraggio è pessimo; al 10’ è anche negato un calcio di rigore ai locali per fallo di Grosso su Sardo.

Valeri sarà regolarmente in campo alla XXII giornata per Cagliari – Fiorentina.

  1. JUVENTUS – PALERMO 0 – 2. XXVI GIORNATA, 28 FEBBRAIO 2010.
  2. JUVENTUS – CAGLIARI 1 – 0. XXXIII GIORNATA, 11 APRILE 2010.

Valeri stende un gran bel Cagliari. Grazia ripetutamente Grosso e lo ammonisce solo al 66’ sull’ennesima botta rifilata; Zaccheroni sostituisce immediatamente Grosso con Poulsen al 67’. Al 53’ Camoranesi assesta una gomitata a Conti e non viene espulso. Sono due i rigori negati agli isolani; il fallo di Chiellini su Dessena è invedibile. In precedenza era stato steso anche Matri.

  1. JUVENTUS – FIORENTINA 1 – 1. XIV GIORNATA, 27 NOVEMBRE 2010.
  2. SAMPDORIA – JUVENTUS 0 – 0. XXI GIORNATA, 23 GENNAIO 2011.
  3. JUVENTUS – INTER 1 – 0. XXV GIORNATA, 13 FEBBRAIO 2011.
  4. SIENA – JUVENTUS 0 – 1. III GIORNATA, 18 SETTEMBRE 2011.

GLI ARBITRAGGI DAL 2012 AL 2015

  1. JUVENTUS – UDINESE 2 – 1. XX GIORNATA, 28 GENNAIO 2012.

Al 29’ Bonucci gliene dice di tutti i colori a Valeri ma resta incredibilmente in campo e non sarà neanche ammonito. Al 39’ è graziato Quagliarella per un fallaccio su Armero. I cartellini sono rivolti solo ai friulani, ben 5.

All’89’ succede di tutto. Bonucci inciampa e cade da solo, lasciando campo libero a Di Natale, ma a questo punto giunge Chiellini che abbatte il giocatore friulano e Valeri fa incredibilmente proseguire il gioco. Sul prosieguo dell’azione Chiellini stende Fernandez con una gomitata ed incredibilmente Valeri fa finta di nulla ed immediatamente fischia un inverosimile fallo su Matri ed ammonisce Di Natale che giustamente protestava per quanto accaduto in precedenza.

Valeri sarà subito in campo alla XXII giornata per Lecce – Bologna.

  1. JUVENTUS – LECCE 1 – 1. XXXVI GIORNATA, 2 MAGGIO 2012.

Valeri ritrova la Juventus e stavolta ci rimette il Lecce. I 12 falli pugliesi valgono 5 ammonizioni ed un’espulsione; gratuita l’espulsione di Cuadrado al 54’ per doppia ammonizione. I 15 falli bianconeri valgono la sola ammonizione di Bonucci. Valeri nega un rigore ai pugliesi per fallo di Caceres su Muriel e risolve la questione ammonendo il leccese per simulazione e Delvecchio che protestava moderatamente.

  1. UDINESE – JUVENTUS 1 – 4. II GIORNATA, 2 SETTEMBRE 2012.

Non è passato nemmeno un mese (11 agosto 2012) da quando un intero sestetto arbitrale guidato da Mazzoleni ha offerto al mondo intero il più scandaloso arbitraggio di calcio che memoria d’uomo ricordi e già alla seconda giornata di campionato Valeri ci offre un altro arbitraggio da leggenda. Valeri, in collaborazione con Rizzoli (reduce dalle imprese di Pechino), chiude la gara fra Udinese e Juventus al 13’ inventandosi un rigore per i torinesi e l’espulsione del portiere friulano. Brkic è espulso per un fallo mai commesso su Giovinco. Valeri distante oltre 40 metri dall’azione assegna un rigore all’Udinese ed espelle il portiere friulano su indicazione di Rizzoli. Se c’è fallo su Giovinco avviene fuori area di rigore e Danilo non evita una chiara occasione da rete perché Giovinco non ha il possesso del pallone. Il resto è leggenda metropolitana.

Valeri sarà premiato come ADD1 in Milan – Atalanta alla giornata seguente e alla IV giornata dirigerà Parma – Fiorentina.

  1. JUVENTUS – SAMPDORIA 1 – 2. XIX GIORNATA, 6 GENNAIO 2013.

Valeri ritrova la Juventus e per la settima volta in campionato, la quinta volta consecutiva. I bianconeri giocano contro avversari ridotti in inferiorità numerica. Ancora pessima la direzione arbitrale ma la Sampdoria compie un’impresa eroica battendo Juventus ed arbitro. Valeri inizia alla grande e in 31 minuti di gioco punisce i 6 falli liguri con due cartellini gialli ed uno rosso, assegnando un rigore alla Juventus.

Sull’altro fronte annulla una rete regolare di Eder per un presunto fallo di Icardi sull’uscita sbagliata di Buffon. Al 35’ Valeri si lascia anche irridere da Matri che dopo la solita facile caduta in area avversaria, a contatto con Palombo, lo invita ad ammonirlo per simulazione ma lui fa finta di non vedere e sentire. 43’ è graziato Pirlo per un fallo da dietro su Poli.

46’ Bonucci, già ammonito al 38’, si tuffa in area ligure a contatto con Galstaldello ma gli è risparmiato il secondo cartellino giallo sia per la simulazione e sia per le successive violenti proteste.

81’ perdonato ancora Pirlo per un fallaccio ma un minuto dopo ammonito il portiere Romero per perdita di tempo. Peluso è ammonito solo all’87’ e Pirlo al 94’. Pirlo doveva essere espulso quando manda “a cag…” l’arbitro ma Valeri fa finta di nulla. Valeri fischia la fine della partita circa 1 minuto e mezzo (1’ 22”) dopo i 4 minuti di recupero concessi.

  1. JUVENTUS – CHIEVO V. 3 – 1. XXIV GIORNATA, 16 FEBBRAIO 2014.
  2. EMPOLI – JUVENTUS 0 – 2. X GIORNATA, 1 NOVEMBRE 2014.

Al 27’ passa in cavalleria una gomitata in elevazione di Chiellini ai danni di Rugani. Sul punteggio di 0 a 0, al 51’, è negato un rigore ai toscani per la trattenuta di Bonucci ai danni di Tonelli; Valeri fischia un improbabile fallo su Chiellini avvenuto comunque dopo la scorrettezza di Bonucci. All’81’ non è espulso Vidal, già ammonito 53’, per un fallaccio a forbice su Valdifiori. 95’ viene espulso però Tonelli per fallo su Tevez; cartellino rosso diretto per l’empolese per un fallo cugino alla lontana di quelli commessi da Vidal.

  1. SAMPDORIA – JUVENTUS 0 – 1, XXXIV GIORNATA, 2 MAGGIO 2015.
  2. GENOA – JUVENTUS, 0 – 2. VALERI. IV GIORNATA, 20 SETTEMBRE 2015.

Per la quarta volta su quattro gare giocate, la Juventus è favorita dall’arbitro. Per la terza volta non viene espulso un giocatore bianconero.

Valeri inizia alla grande. Al 12’ non ammonisce Chiellini per un duro fallo su Capel; nella circostanza si limita a rimproverarlo verbalmente. Al 25’ è lesto però ad ammonire Izzo che sfiora appena Cuadrado.

29’ grazia Lemina per fallo su Capel. 34’ grazia ancora Lemina per fallo su Rincon e si ripete ancora al 39’ non estraendo ancora il cartellino per lo juventino dopo l’ennesimo fallo fatto. Protesta Gasperini ma Valeri gli fa sapere che lo manderà nello spogliatoio alle prossime rimostranze. 43’ arriva il capolavoro con l’espulsione di Izzo. Punito con il cartellino giallo il fallo su Cuadrado. Valeri corre verso il genoano con il cartellino rosso già nella mano. L’arbitro grazia ripetutamente gli juventini (Chiellini e Pogba), non espelle Lemina ma è lesto a chiudere la gara di Genova con l’espulsione di Izzo.

Valeri chiude definitivamente il conto al 59’ con il ridicolo rigore concesso a Chiellini. A risultato ormai acquisito estrae tre cartellini gialli per i torinesi, quasi volesse prendere in giro gli sportivi italiani. Lemina è ammonito solo al 60’ per fallo su Pandev. Lemina sarà sostituito al 75’ con Hernanes. Al 74’ è negato un rigore al Genoa quando Chiellini strattona vistosamente Pandev; Valeri fischia il fallo a Pandev che era davanti a Chiellini.

Dopo Valeri, ecco i media.

Valeri, che bravo!: titola il Corriere dello Sport.

In Mediaset parte la moviola: Espulsione di Rizzo. De Marco: “Doppia ammonizione giusta per i due falli di Rizzo, entrambi su Cuadrado”.
Rigore per la Juve. De Marco: “Al 60′ fallo di Figueiras su Chiellini. L’arbitro è molto vicino, l’intervento è evidente. Il difensore del Genoa non tocca il pallone e colpisce lo stinco del bianconero”.

Valeri prende 6 su La Gazzetta dello Sport, Sebastiano Vernazza. Francesco Ceniti:
Sono corretti i due gialli mostrati dall’arbitro a Izzo per altrettante entrate fallose su Cuadrado. Così come c’è tutto il rigore dato alla Juve: Chiellini anticipa Figueiras che lo colpisce sullo stinco. Regolare il primo gol della Juventus: Pogba è tenuto in gioco da Burdisso”.

Fuori dal coro è Massimiliano Nerozzi, Corriere della Sera, 5.

Valeri è ADD1 in Chievo V. – Torino alla V giornata e alla VI giornata dirige Atalanta – Sampdoria.

  1. INTER – JUVENTUS 0 – 0, VALERI. VIII GIORNATA, 18 OTTOBRE 2015.

Restano forti dubbi al 25’ su tocco di braccio di Bonucci in area bianconera su colpo di testa di Perisic.

  1. PALERMO – JUVENTUS 0 – 3. XIV GIORNATA, 29 NOVEMBRE 2015.

All’11’ è graziato Chiellini che compie fallo da tergo su Gilardino in ripartenza; Valeri si limita al richiamo verbale invece di estrarre il cartellino giallo. Al 25’ è ammonito Pogba, in ritardo su Hiljemark. Al 50’ è ammonito gratuitamente Struna. Struna appoggia appena la mano sulla spalla di Dybala che fa una sceneggiata mettendosi le mani al volto. Al 75’ è ammonito Vazquez che chiedeva il cartellino giallo per Sturaro; 76’ è ammonito Sturaro che aveva fatto fallo sul siciliano.  54’ Mandzukic sblocca la partita travolgendo Struna e andando a colpire di testa. Valeri reputa regolare l’azione.

VALERI E LA JUVENTUS LE ULTIME ANNATE

  1. ATALANTA – JUVENTUS 0 – 2. XXVIII GIORNATA, 6 MARZO 2016.

Non espulso Alex Sandro per la gomitata assestata a Raimondi. Alex Sandro scanserà anche la Prova TV.

  1. PALERMO – JUVENTUS 0 – 1, VI GIORNATA, 24 SETTEMBRE 2016.

Sul punteggio di 0 a 0, al 27’, non è espulso Dani Alves; il giocatore bianconero, a gioco fermo, colpisce Diamanti con una gomitata e se la cava con la semplice ammonizione.

  1. CHIEVO V. – JUVENTUS 1 – 2. XII GIORNATA, 6 NOVEMBRE 2016.

Al 66’ è assegnato un rigore ai locali per fallo di Lichtsteiner su Pellissier, ma Valeri sbaglia due volte sullo stesso episodio. L’infrazione avviene fuori area di rigore e Lichtsteiner è solo ammonito, invece di essere espulso, per aver evitato la chiara occasione da rete. Nel finale nega un altro rigore ai veronesi non ravvisando, da buona posizione, il doppio fallo di Benatia (sgambetto) e Dani Alves su Spolli.

  1. CROTONE – JUVENTUS 0 – 2. XVIII GIORNATA, 8 febbraio 2017.

Al 33’, con l’aiuto determinante dell’addizionale Guida, non abbocca al volo di Dybala in area crotonese,  34’ non interviene in area bianconera quando Bonucci trattiene vistosamente Falcinelli e quando lo butta a terra gli rifila una pedata sul petto. Al 57’ non ammonisce Rincon (diffidato) che stende Falcinelli in ripartenza.  75’, da buona posizione, nega un altro rigore al Crotone per la prolungata trattenuta di Rugani ai danni di Falcinelli; Rugani era anche diffidato.

  1. JUVENTUS – TORINO 1 – 1. XXXV GIORNATA, 6 MAGGIO 2017.

Valeri rovina la gara inventandosi l’espulsione di Acquah per due ammonizioni gratuite. Il giocatore granata era stato ammonito al 38’ per una delle solite sceneggiate di Dybala; lo juventino simula di aver ricevuto un colpo al volto quando era stato appena toccato alla nuca. Al 53’ giunge anche il secondo cartellino giallo per un intervento sul pallone. Nella stessa partita Valeri grazia Dybala, Bonucci e Mandzukic.

  1. MILAN – JUVENTUS 0 – 2. XI GIORNATA, 28 OTTOBRE 2017.
  2. JUVENTUS – INTER 0 – 0. XVI GIORNATA, 9 DICEMBRE 2017.

Manca un calcio di rigore all’Inter per mani di Beniata su tiro di Icardi. Male Valeri anche sul piano disciplinare. Si accanisce contro l’Inter con 5 cartellini gialli; solo 2 per la Juventus.

  1. JUVENTUS – SAMPDORIA 2 – 1. XIX GIORNATA, 29 DICEMBRE 2018.

La Juventus vince grazie ad un rigore inesistente. Su corner c’è un mani involontario di Ferrari ma Valeri in diretta e dopo essere stato anche richiamato al VAR per correggersi, persiste nella sua errata decisione.

  1. LECCE – JUVENTUS 1 – 1. IX GIORNATA, 26 OTTOBRE 2019.

All’8’ è graziato Emre Can per la simulazione in area pugliese a contatto con Tachtisidis. Il giocatore cade in ritardo e protesta pure.

E’straordinario Valeri comunque poco dopo quando nel giro di 5 minuti ammonisce mezza difesa leccese per due voli straordinari di Dybala. Il primo cartellino giallo è per Calderoni al 12’ e al 17’ Valeri non perdona neanche Rossettini quando Dybala nemmeno sfiorato dal leccese con tanto di mimica facciale e grida di dolore si lascia cadere sul terreno di gioco. Al 12’ è ammonito Calderoni per fallo su Dybala.  17’ è ammonito Rossettini per fallo non commesso su Dybala.

47’ è graziato Emre Can per un fallo vero su Calderoni.

Al 50’ giunge il calcio di rigore per la Juventus. In uno sport di contatto, il contrasto Petriccione – Pjanic avviene col pallone già fuori campo ed il leccese ha sempre il piede basso. Al 56’ pareggiano i pugliesi con Mancosu su calcio di rigore assegnato per mani di De Ligt.

All’87’ Alex Sandro perde il pallone e quando se ne impossessa Lapadula per involarsi verso la porta avversaria, Valeri ferma il gioco inspiegabilmente e ammonisce anche il leccese per aver continuato l’azione.

A fine partita gli 11 falli pugliesi varranno 4 cartellini gialli; i 14 falli bianconeri valgono l’ammonizione di Bernardeschi al 79’.

  Riproduzione consentita con citazione della fonte: www.napolipiu.com

Archivi