Rizzoli premia gli arbitri per le imprese compiute contro il Napoli

Rizzoli Arbitri Napoli

Rizzoli premia gli arbitri per le imprese compiute contro il Napoli. Nei confronti dei partenopei, senza giornali e TV si può dire e fare di tutto

Non si è dimenticato di nessuno Rizzoli. Persino Calvarese (al VAR di Roma – Brescia) e Chiffi (dirige addirittura Sassuolo – Lazio) sono stati “premiati” per le imprese compiute in Napoli – Genoa di appena una settimana prima.

Dopo aver tuonato pubblicamente, insieme a Nicchi, contro Massa e Valeri, dopo aver punito severamente Massa e Valeri per un rigore assegnato al Napoli, Rizzoli ci ha rifilato in un sol colpo anche Giacomelli (dirige Spal – Genoa) e Banti (al VAR di Sassuolo – Lazio) subito ripresisi dopo le fatiche di Napoli – Atalanta.

Ma contro il Napoli senza giornali e TV si può dire e fare di tutto. Altrove solo queste designazioni avrebbero fatto gridare allo “scandalo” per quanto combinato da Nicchi e Rizzoli alla prima giornata di campionato, dopo Fiorentina – Napoli.

Ma le repentine designazioni di Calvarese e Giacomelli per fatti ben più gravi di quelli addebitati a Massa non sono le sole a lasciarci dubbiosi sulla bontà delle scelte fatte.

Con la scelta di Rocchi per Atalanta – Juventus, il designatore è riuscito a conciliare in un colpo solo i 2 rigori non fischiati contro i bianconeri in Inter – Juventus (VII giornata) con i 2 rigori fischiati, ma da non fischiare, contro i bergamaschi in Lazio – Atalanta (VIII).

Ma è contro il Napoli senza giornali e TV che Rizzoli ha piazzato l’inopportuna designazione di Orsato per Milan – Napoli, anche per quanto combinato dal direttore di Schio in Juventus – Napoli alla II giornata di campionato.

Con Irrati ancora al VAR,  è da leggenda metropolitana, la designazione di Milan – Napoli.

Orsato ha arbitrato 30 gare del Napoli in Serie A. I partenopei possono ritenersi molto sfortunati quando sono stati diretti da Orsato in campionato. Con Orsato il Napoli ha perso in 12 circostanze e vinto in 9 occasioni, 9 i pareggi.

In 30 partite il Napoli ha subito 81 ammonizioni e 3 espulsioni (2 gratuite). Gli avversari del Napoli hanno subito 70 cartellini gialli e 2 espulsioni (7 le espulsioni non comminate). In 30 gare mancano al Napoli anche 10 calci di rigore. Ecco il dettaglio.

  •  Catania – Napoli, 3 – 0. XXXII giornata, 6 aprile 2008.
  • Udinese – Napoli 0 – 0. III giornata, 21 settembre 2008.

Il Napoli domina fino al 73’, ma quando entra in scena Orsato diventa un assedio friulano. Farsesca l’espulsione di Santacroce per doppia ammonizione per falli mai fatti; straordinaria la simulazione di Domizzi che lascia i partenopei in inferiorità numerica.

  •  Napoli – Genoa 0 – 1. XXV giornata, 22 febbraio 2009.

Ai partenopei è negato un calcio di rigore per lo sgambetto di Thiago Motta ai danni di Gargano.

  • Napoli – Palermo 0 – 0. XX giornata, 17 gennaio 2010.

Incredibile quanto combina Orsato al 20’. Regalato un rigore ai siciliani per un fallo non commesso da Rinaudo su Cavani; Orsato non vuole sentire ragione ed indica il dischetto. Miccoli fortunatamente per i partenopei sbaglia il tiro dagli undici metri.

  1.  Lazio – Napoli 1 – 1. XXXII giornata, 3 aprile 2010.
  2. Napoli – Atalanta 2 – 0. XXXVII giornata, 9 maggio 2010.
  3. Chievo V. – Napoli 2 – 0. XXIII giornata, 2 febbraio 2011.
  4. Bologna – Napoli 0 – 2. XXXII giornata, 10 aprile 2011.

Sono 2 i rigori negati al Napoli sul punteggio di 0 a 0. All’11’ Orsato non vede la trattenuta di Portanova ai danni di Lavezzi. Al 20’ sfugge ad Orsato anche il fallo di Buscè su Dossena. Al 30’ manca anche l’espulsione di Viviano per aver evitato una chiara occasione da rete.

  • Atalanta – Napoli 1 – 1. XIII giornata, 26 novembre 2011.

Sono 5 i cartellini gialli mostrati ai partenopei; 3 gli atalantini ammoniti.

Al 1’ è graziato Cigarini per il duro fallo commesso su Cavani.

  • 3’ se la cava ancora Cigarini quando stende Pandev.
  • 4’ è invece ammonito l’azzurro Dzemaili per fallo su Denis.
  • 33’ è ammonito Campagnaro per un fallo di mani non commesso. Campagnaro colpisce il pallone col petto e solo successivamente lo stesso carambola sul braccio.
  • 38’ è perdonato col semplice cartellino giallo Schelotto per il fallaccio su campagnaro; Campagnaro è sanguinante per la botta presa.
  • 42’ si rifà subito Orsato quando ammonisce Zuniga per un normale contrasto con Padoin.  Per Orsato l’intervento di Zuniga è identico alla botta data da Schelotto a Campagnaro.
  • 53’ è ammonito, un altro azzurro, Fernandez per fallo su Morales, ma al 56’ è ancora perdonato Cigarini. Cigarini sarà ammonito soltanto al 78’ per somma di falli; nella circostanza l’atalantino compie un duro fallo su Santana.

La beffa per i napoletani giunge all’88’ con l’ammonizione di Consigli per perdita di tempo.

  1. Fiorentina – Napoli 0 – 3. XXIV giornata, 17 febbraio 2012.
  2. Juventus – Napoli 3 – 0. XXX giornata, 1 aprile 2012.
  3. Al 16’ è negato un rigore al Napoli per fallo di mani di Vucinic. Più tardi Orsato si lascia sfuggire anche il fallo di De Ceglie su Maggio in area juventina.
  4. 54’ la Juventus sblocca il risultato con Bonucci, ma Orsato e Di Liberatore non si accorgono che lo juventino è in fuorigioco.
  5. Palermo – Napoli 0 – 3. I giornata, 26 agosto 2012.

Negato un rigore al Palermo per fallo di Maggio su Cetto.

  • Atalanta – Napoli 1 – 0. X giornata, 31 ottobre 2012.
  • Lazio – Napoli 1 – 1. XXIV giornata, 9 febbraio 2013.
  • Napoli – Juventus 1 – 1, XXVII giornata, 1 marzo 2013.

Disastroso Orsato. Sono 6 sostituzioni e 6 ammoninizioni (4 nel secondo tempo) ma solo due i minuti di recupero. Sono 4 i rigori negati al Napoli.  Già alla fine del primo tempo il Napoli sarà in credito di 2 calci di rigore e della superiorità numerica.

Al 10’ passa in vantaggio la Juventus ma la rete realizzata da Chiellini su cross di Pirlo è irregolare perché il difensore bianconero si appoggia e spinge vistosamente Britos. Orsato e l’addizionale Celi, a pochi passi, non se ne accorgono.   Al 43’ pareggia il Napoli con Inler.

Sul finire del primo tempo Orsato e l’assistente De Marco ne combinano di tutti i colori nel giro di un paio di minuti. Dapprima negano un grosso rigore al Napoli non ravvisando la cintura di Chiellini ai danni di Cavani su corner battuto da Pandev e subito dopo si lasciano sfuggire persino l’invedibile tirata di capelli che Chiellini effettuata ai danni di Cavani sulla linea dell’area piccola di porta. E’ rigore per il Napoli ed espulsione di Chiellini ma Orsato non se ne accorge e De Marco non vede. Un minuto dopo giunge la replica di Cavani che sulla linea d’area di rigore assesta una gomitata a Chiellini che resta a terra per circa cinque minuti. Orsato nemmeno vede, ma De Marco, che mima una gomitata, lo richiama e l’arbitro estrae solo il cartellino giallo per Cavani. Cavani meritava l’espulsione ma se Chiellini fosse stato espulso in precedenza, non ci sarebbe mai stata la gomitata dell’azzurro.

Nel secondo tempo Orsato fischia solo da una parte, anche al minimo contatto, lasciando passare tutto sul versante juventino, esagerando con tre ammonizioni rifilate al Napoli. Al 54’ è ammonito Behrami, al 56’ è ammonito gratuitamente Cannavaro, al 67’ ammonito gratuitamente anche Zuniga ma al 75’ è graziato Vucinic per il plateale fallo di mani. Gli unici due juventini ammoniti sono Vidal e Peluso; quest’ultimo addirittura all’87’.  Per tutta la partita Orsato lascia che Chiellini trattenga impunito Cavani in tutte le zone del campo. Al 65’ è negato ancora un clamoroso rigore negato al Napoli quando Chiellini trattiene vistosamente Cavani e poco dopo Orsato non vede Lichtsteiner affossare Pandev sulla linea di porta bianconera.

In tutta la gara Orsato fischierà un solo fallo a Chiellini, uno a Bonucci, uno a Vidal ed uno a Marchisio.

16). Roma – Napoli 2 – 0. VIII giornata, 18 ottobre 2013.

Non ne azzecca una Orsato col Napoli. La Roma vince con due tiri in porta: uno su calcio di punizione e l’altro su calcio di rigore farlocco.

Al 25’ ammonito Pandev per una presunta gomitata rifilata a Pjanic ma al 28’ graziato Castan per la gomitata vera a Calleiòn che rimane anche un paio di minuti a terra. Castan è da cartellino rosso ma Orsato non l’ammonisce neanche. Al 47’ è ammonito Cannavaro per un normale fallo su Gervinho. Esagerati i 3 minuti di recupero concessi nel primo tempo. Con il Napoli padrone del campo, Orsato chiude la partita al 71’ inventandosi il rigore per la Roma e conseguente espulsione di Cannavaro. Orsato abbocca ad una furbata di Borriello che si aggrappa al collo della maglietta di Cannavaro e se lo tira a terra; Orsato non ha dubbi e assegna il rigore alla Roma, espellendo l’azzurro.

  1. ). Napoli – Juventus 2 – 0. XXXI giornata, 30 marzo 2014.
  2. ). Inter – Napoli 2 – 2, VII giornata, 19 ottobre 2014.
  3. ). Napoli – Juventus 2 – 1. VI giornata, 26 settembre 2015.
  4. ). Napoli – Inter 2 – 1. XIV giornata, 30 novembre 2015.
  5. ). Sampdoria – Napoli 2 – 4. XXI giornata, 24 gennaio 2016.

Nulla di eccezionale. La seconda rete ligure segnata da Eder è viziata dal fuorigioco di 22). Juventus – Napoli 1 – 0. XXV giornata, 13 febbraio 2016.

  •  Roma – Napoli 1 – 0. XXXV giornata, 25 aprile 2016.
  • Napoli – Roma 1 – 3. VIII giornata, 15 ottobre 2016.

Iniqua la gestione disciplinare che penalizza i partenopei. Orsato fa il fenomeno ammonendo Mertens sulla panchina, ma inspiegabilmente lascia in campo Juan Jesus. Juan Jesus, già ammonito, è graziato al 61′ per fallo su Mertens in ripartenza; fino a quel momento la Roma conduceva per 2 a 1. Per la cronaca Juan Jesus, autore di una marea di falli, è sostituito opportunamente da Spalletti con Emerson. Il Napoli avrebbe dovuto giocare in superiorità numerica per mezzora più recupero.

  •  Napoli – Juventus 1 – 1. XXX giornata, 2 aprile 2017.

Irregolare il gol del vantaggio bianconero e giustificate le proteste di Albiol per il fallo subito da Higuain. Nella circostanza Orsato si porta il fischietto alla bocca per fischiare il fallo, ma stranamente concede vantaggio al Napoli col pallone che finisce agli juventini che segnano con Khedira. La gestualità di Orsato trae in inganno i napoletani che si attendevano il fischio arbitrale. Nel finale di gara manca un rigore al Napoli per la trattenuta di Lichtsteiner ai danni di Mertens.

E’ la stagione nella quale Orsato diventa l’arbitro dello scudetto. Il Napoli ci rimette il titolo a vantaggio della Juventus con gli errori di Orsato.

  • Napoli – Juventus 0 – 1. XV giornata, 1 dicembre 2017.
  • Atalanta – Napoli 0 – 1. XXI giornata, 21 gennaio 2018.
  • Al 22’ è negato un rigore al Napoli per fallo di Toloi su Mertens e subito dopo Orsato raffredda le polemiche ammonendo Mario Rui per fallo su Hateboer. A 92’ è invalidato un gol regolare di Hamsik per fuorigioco inesistente.
  • Inter – Napoli 0 – 0. XXVIII giornata, 11 marzo 2018.

La gara è condizionata dalla mancata espulsione di Gagliardini per il fallaccio commesso su Mertens al 38’. Ma in precedenza Orsato ne aveva già combinato di tutti i colori.

  • Al 9’ è fermato Mertens per un fuorigioco inesistente.
  • 20’ Miranda abbatte Mertens ai limiti dell’are di rigore interista, ma Orsato non fischia nemmeno il fallo e redarguisce addirittura l’azzurro.
  • 29’ è ignorato anche il duro fallo di Gagliardini su Insigne.

Orsato non dirigerà più il Napoli per oltre un anno.

  1. ). Napoli – Atalanta 1 – 2. XXXIII giornata, 22 aprile 2019.
  2. ). Juventus – Napoli 4 – 3. II giornata, 31 agosto 2019.

12’ perdonato Pjanic che dribblato da Insigne lo stende da tergo. Poco più tardi Pjanic scansa ancora l’ammonizione (doveva essere espulso) quando in azione di attacco azzurro abbatte Ruiz non in possesso del pallone; Orsato è a pochi passi ma non interviene.

Al 16’ la Juventus passa in vantaggio con Danilo e raddoppia al 19’ con Huiguain.

I primi cartellini sono sventolati ai giocatori napoletani. Al 40’ è ammonito Ghoulam per fallo su Douglas Costa; al 44’ è ammonito Di Lorenzo per fallo su Alex Sandro.

Al 52’ è ammonito Matuidi per le furiose e ingiustificate proteste. Una decina di minuti più tardi ne combina un’altra delle sue Orsato quando non espelle lo stesso Matuidi per l’entrataccia col piede a martello su Allan. Irrati al VAR non interviene inspiegabilmente ed Orsato non estrae neanche l’elementare cartellino giallo per espellere lo juventino.

  • 62’ segna anche Ronaldo.
  • 66’ segna Manolas.
  • 68’ segna Lozano.
  • All’81’ segna Di Lorenzo.

Al 91’ Orsato, complice Irrati, chiude la pratica Napoli. Orsato dapprima s’inventa un fallo di Elmas su Dybala e poi ammonisce anche l’azzurro. Elmas prende nettamente il pallone. Ma non è finita. Dybala batte la punizione posizionando il pallone circa 10 metri più avanti da dove è avvenuto il presunto fallo. Sul calcio di punizione ci sono ben 4 giocatori juventini in fuorigioco e Bonucci che trattiene visibilmente Koulibaly che evidentemente disturbato compie autorete.

Resta inspiegabile, e misterioso, come Irrati al VAR non segnali l’evidente infrazione.

Riproduzione consentita con citazione della fonte: www.napolipiu.com