TUTTE LE NOTIZIE SUL CALCIO NAPOLI

Doveri favorisce sempre la Juventus. Ecco tutti i precedenti

Daniele Doveri arbitro

Daniele Doveri arbitro della finale di coppa Italia tra Napoli e Juventus è accusato insieme a Irrati e Calvarese di essere filo Juventino.

L’arbitro Daniele Doveri ha diretto 12 volte la Juventus; 10 volte in campionato e 2 volte in Coppa Italia. La Juventus ha vinto sempre in Coppa Italia. In campionato ha raccolto 9 vittorie, 2 pareggi ed una sconfitta.

Il fischietto nativo di Volterra appartenete alla sezione di Roma, è sempre stato “morbido” quando si è trovato difronte la Vecchia Signora del calcio Italiano.

Doveri non arbitra la Juventus dal famoso derby contro il Torino, quando per un rigore non concesso ai granata per un mani di De Ligt fu travolto dalle polemiche. L’arbitro Daniele Doveri fu anche sospeso dopo un altro derby ma in coppa Italia per non aver espulso lo juventino Khedira reo di un brutto intervento sul granata Acquah, episodio che tra l’altro aveva rivisto anche al Var.

I PRECEDENTI DELL’ARBITRO DANIELE DOVERI CON LA JUVENTUS

  1. Juventus – Cesena, 2 – 0. 4 dicembre 2011, XIV giornata 2011 – 2012.

Doveri incontra per la prima volta la Juventus e ci rimette tanto il Cesena. La gara condizionata dai tanti capannelli bianconeri ad ogni fischio avverso è chiusa da un rigore farlocco. Il portiere cesenate Antonoli prende nettamente il pallone ma doveri vede un fallo su Giaccherini e regalando un rigore alla Juventus espelle anche lo stesso Antonoli. Il Cesena aveva in campo tre punte e senza più cambi è costretto a schierare Rodriguez in porta.

  1. Juventus – Genoa, 2 – 0. 27 ottobre 2013, IX giornata 2013 – 2014.

Doveri ritrova la Juventus dopo circa due anni e stavolta concede il bis contro il Genoa. Inizia male Doveri, graziando Pogba al 2’ per la plateale simulazione in area ligure a contatto con Portanova; si rifà al 7’, ammonendo Tevez per simulazione ai limiti dell’area genoana.

La svolta giunge al 23’ con un calcio di rigore inventato da Doveri. Nel contrasto, fuori area di rigore, fra Biondini e Asamoha, il genoano interviene nettamente sul pallone (che si sposta vistosamente trasversalmente) ma per Doveri, fra l’altro anche vicino, non ci sono dubbi ed assegna il calcio di rigore alla Juventus.

Vidal trasforma il penalty e la Juventus passa in vantaggio sul doppio errore di Doveri. Nell’economia della partita pesa anche la mediocre gestione disciplinare; sono vari anche i falli non fischiati in favore del Genoa nei pressi dell’area bianconera. Nel finale sono addirittura due le punizioni non fischiate a Fetfatzidis, soprattutto il fallo di Bonucci avvenuto proprio sotto gli occhi dell’arbitro.

  1. Verona – Juventus, 2 – 2. 9 febbraio 2014, XXIII giornata 2013 – 2014.

Scandaloso arbitraggio. Sono 19 i falli fatti dai bianconeri ma nessun ammonito; Doveri ammonisce Marques e Hallfredsson del Verona per 10 falli fatti. Graziato Llorente al 49’ per il piede a martello su Cacciatore, Perdonato Bonucci che placca Toni al 75’ e ancora perdonato Pirlo per fallo da tergo nel finale di gara. Sono due i rigori negati al Verona.

Al 49’ Vidal allontana il pallone con la mano ma Doveri fa finta di niente e si ripete nel finale con Liechtsteiner con le braccia larghe. Le reti juventine sono irregolari. Sulla prima rete di Tevez c’è Llorente in fuorigioco che partecipa all’azione sul cross da sinistra di Asamoah e impedisce l’intervento di Moras per la sua presenza. Sulla seconda rete è evidente la posizione di fuorigioco di Tevez.

DOVERI COME LE TRE SCIMMIETTE

  1. Juventus – Sampdoria, 1 – 1. XV giornata 2014 – 2015, 14 dicembre 2014.

I 5 calci d’angolo battuti dalla Juventus, tutti da Marchisio, sono irregolari ed il pallone è posto fuori dalla lunetta. La rete di Evra al 12’ giunge su questa irregolarità.

Doveri dirige male sul piano disciplinare, gestendo in maniera personalizzata l’incontro. Al 10’ ammonisce gratuitamente Regini per un normale scontro di gioco con Lichtsteiner. Al 71’ ammonisce Okaka su indicazione di Bonucci. Okaka chiederà il cambio e sarà sostituito con Bergessio.

Bonucci e Lichtsteiner la faranno da padroni in campo. Lichtsteiner non sarà nemmeno ammonito all’82’ quando abbatte Eder. All’89’ Doveri supera se stesso non espellendo Vidal. Lo juventino, già ammonito, abbatte Duncan da dietro ma Doveri fa prima continuare ma ad azione ferma non gli mostra il cartellino rosso. A fine gara si conteranno 18 falli bianconeri (2 ammoniti) e 11 falli liguri puniti con 5 cartellini gialli.

  1. Inter – Juventus, 1 – 2. XXXVI giornata 2014 – 2015, 16 maggio 2015.

La gara è condizionata da gravi errori arbitrali. L’inter passa da un 2 a 0 sacrosanto all’1 – 2 finale. Al 37’, sul punteggio di 1 a 0 per l’Inter, è invalidato un gol regolare di Brozovic per una posizione di fuorigioco inesistente dello stesso giocatore interista.

  1. Chievo V. – Juventus, 0 – 4. XXII giornata 2015 – 2016, 31 gennaio 2016.
  2. Sassuolo – Juventus, 0 – 2. XXII giornata 2016 – 2017, 29 gennaio 2017.
  3. Juventus – Fiorentina, 1 – 0. V giornata 2017 – 2018, 20 settembre 2017.
  4. Udinese – Juventus, 2 – 6. IX giornata 2017 – 2018, 22 ottobre 2017.

IL VAFFA DI MANDZUKIC

La partita dura soltanto 26 minuti, fino alla sacrosanta espulsione di Mandzukic. Il giocatore juventino manda letteralmente e platealmente a “quel Paese” l’arbitro e giustamente viene spedito negli spogliatoi, ma a questo punto finisce la gara per l’Udinese.

Doveri fischia di tutto contro i friulani ed estrae ben 6 cartellini gialli per i friulani; sull’altro fronte lascia passare di tutto, perdonando a ripetizione i soliti capannelli bianconeri al fischio avverso.

Al 21’ è graziato Cuadrado che abbatte Samir; incredibilmente Doveri non fischia neanche il fallo, avvenuto sotto lo sguardo attento del segnalinea, e per poco non segna Higuain.

Al 23’ è perdonato anche Rugani a braccio largo su Maxi Lopez.

26’ è espulso Mandzukic e Doveri inizia il suo show.

32’ è ammonito Samir (fallo su Lichtsteiner).

34’ Alex Sandro perde il pallone nei pressi della propria area di rigore e Doveri fischia un incredibile fallo a de Paul che si stava involando verso Buffon.

39’ è perdonato anche Chiellini per fallo su Perica.

43’ è fermato anche Fofana per un fallo mai fatto.

46’ scansa l’ammonizione anche Dybala per fallo su Ali Adnan.

49’ abbocca al tuffo di Dybala.

CUADRATO RINGRAZIA

Al 51’ Doveri non punisce lo sfondamento di Cuadrado ma riesce ad invertire il fallo, ammonendo Perica. Le immagini televisive sono inequivocabili e mostrano chiaramente il colpo al volto che Cuadrado rifila all’avversario. Non interviene nemmeno Massa al Var e giustamente s’infuria Del Neri, ma Doveri lo espelle. Sulla battuta del calcio di punizione passa in vantaggio (3 a 2) la Juventus con Rugani.

Subito dopo Doveri ammonisce subitaneamente Danilo al 55’ (fallo su Dybala) e Allfredsson al 58’ (fallo su Khedira) e al 59’ chiude la partita convalidando la rete di Khedira segnata in posizione di fuorigioco. Sul calcio di punizione battuto da Dybala ci sono ben 4 giocatori bianconeri in fuorigioco e fra questi è proprio Rugani a fornire l’assist a Khedira che va a segno. Arbitro, guardialinea e VAR non se ne accorgono.

Al 60’ è ancora graziato col cartellino giallo Cuadrado per il fallaccio commesso su Samir. Se ammonisci 5 giocatori per falli di gioco, Cuadrado deve essere espulso per aver scalciato Samir a pallone lontano.

Al 77’ è negato un clamoroso rigore all’Udinese per fallo di Douglas Costa su Stryger Larsen. Nella circostanza non interviene nemmeno stavolta Massa al VAR.

All’80’ è graziato anche Alex Sandro per l’intervento a forbice su de Paul, ma all’82’ è ammonito Fofana per l’intervento su Pjanic nemmeno lontano parente del fallo di Alex Sandro di poco prima.

GOAL IRREGOLARI E SCENEGGIATE BIANCONERE

  1. Parma – Juventus, 1 – 2. III giornata 2018 – 2019, 1 settembre 2018.

Al 2’ è convalidato il gol irregolare di Mandzukic. Lo juventino segna dopo aver spostato Iacoponi. Al 12’ se la cava con la semplice ammonizione Pjanic per il fallaccio su Di Gaudio; in scivolata a piedi uniti e a martello. Pjanic andava espulso.

Al 30’ ferma un attacco del Parma per Cuadrado fermo a terra dopo un contatto di gioco senza interessare il capo.

Solo all’89’ è ammonito Cuadrado per un fallaccio su Cervone. Il fallaccio è da cartellino rosso.

Al 90’ abbocca alla sceneggiata di Mandzukic che si aggrappa ai pantaloncini dell’avversario ed un minuto dopo fa lo stesso con Matuidi quando questi perde il pallone. Negli ultimi 15 minuti fischia solo in favore della Juventus.

  1. Spal – Juventus, 2 – 1. XXXII giornata 2018 – 2019, 13 aprile 2019.
  2. Torino – Juventus, 0 – 1. XI giornata 2019 – 2020, 2 novembre 2019.

Male l’arbitro Daniele Doveri peggio assistito da Maresca al VAR. All’11’ manca un doppio rigore al Torino nella stessa azione. Il mani di De Ligt è appena preceduto dal fallo di Bonucci su Belotti.

Non espulso al 54’ Bonucci che dopo l’ammonizione di Bentancur rincorre Doveri e lo redarguisce con fare minaccioso. Doveri non lo espelle e si allontana. Il video fa il giro del web ma viene subito fatto sparire.

Al 63’ Ronaldo rifila un colpetto a Izzo e nemmeno stavolta succede nulla.

L’ARBITRO DANIELE DOVERI E LA COPPA ITALIA

Juventus – Torino 4 – 0. Ottavi di finale, 16 dicembre 2015.

Al 6’ c’è un fallo di mani commesso da Bonucci in area bianconera ma Doveri aveva fermato l’azione per un dubbio fallo di Moretti sullo stesso Bonucci.

Al 23’ c’è un fallaccio di Zaza ai danni di Bruno Peres; l’intervento in ritardo, con il piede a martello, è da espulsione, ma Doveri prontamente accerchiato dai giocatori bianconeri è intenzionato a non prendere provvedimenti disciplinari. Doveri poi si ravvede ed estrae solo il cartellino giallo per Zaza.

Al 26’ si ripete Zaza e ancora una volta è graziato da Doveri. Su retropassaggio di Bovo il portiere Ichazo è letteralmente travolto da Zaza dopo aver respinto il pallone. Inspiegabilmente Doveri non estrae il cartellino giallo. Si era sul punteggio di 0 a 0. Al 28’ segna addirittura Zaza.

Al 34’ Doveri ha ancora un’altra occasione per espellere Zaza, ma ancora una volta lo grazia anche quando lo juventino rifila un pugno alla schiena di Glick e lo scaraventa sui tabelloni pubblicitari. L’arbitro concede solo la punizione al Torino. Al 35’ si rifà Doveri ed ammonisce senza esitazione Molinaro per un fallo di gioco su Khedira; fallo nemmeno lontano parente di quelli commessi da Zaza.

Al 39′ ammonito Marchisio per fallo su Belotti.  41’ ammonito Acquah per fallo su Morata. Al 47’ resta impunito l’ennesimo fallo di Zaza, stavolta abbatte Belotti e resta ancora impunito.   49’ L’arbitro Daniele Doveri non ha ancora una volta esitazione ad ammonire per la seconda volta Molinaro per fallo su Lichtsteiner. Al 51’ segna ancora Zaza. Al 53’ Doveri non fischia nemmeno il fallo sull’ennesimo brutto intervento di Zaza ai danni di Belotti. Immediatamente Allegri sostituisce Zaza con Dybala.

GOAL IRREGOLARE  E VAR

Juventus – Torino, 2 – 0. Quarti di Finale, 3 gennaio 2018.

Doveri è fresco nominato “internazionale” con decorrenza 1 gennaio 2018. All’AllianzStadium il primo tempo si chiude con la Juventus in vantaggio con la rete segnata da Douglas Costa e fino al 67’ la qualificazione bianconera resta sempre in bilico e con gli avversari che non mostrano mai segni di resa.

Al 67’ segna Mandzukic ma la rete è palesamente irregolare perché viziata dal fallo di Khedira su Acquah. Doveri convalida la rete ma in seguito alle proteste granata va a rivedere l’episodio e fra lo stupore generale conferma la precedente decisione presa ed espelle il tecnico Mihajlovic che giustamente protestava. Passa la Juventus.

Riproduzione consentita con citazione della fonte: www.napolipiu.com

Archivi

Bernvenuto su napolipiu.com

Consenti gli annunci sul nostro sito Sembra che tu stia utilizzando un blocco degli annunci. Ci basiamo sulla pubblicità per finanziare il nostro sito.