Canovi e gli arbitri: “Per fare carriera non si può fischiare contro le grandi”

canovi arbitri

L’avvocato Dario Canovi parla degli arbitri. A Radio Goal il procuratore dice: “E’ sempre stato così, se un arbitro vuole fare carriera non può fischiare contro le grandi”. 

Parole pesanti quelle pronunciate sugli arbitri da Canovi. Lo stesso avvocato ha parlato anche dell’ammutinamento del Napoli e delle possibile sanzioni da parte della società partenopea dicendo: “Con le vie legali non si va da nessuna parte”.

Sudditanza psicologica?

Canovi parla degli arbitri mentre si discute di Genoa-Juventus e dell’espulsione di Cassata. “Ad arbitrare le grande squadra mandano sempre arbitri giovani, è sempre stato così” ha detto ai microfoni di Radio Goal sulle frequenze di Radio Kiss Kiss Napoli. Secondo l’avvocato gli arbitri giovani e che vogliono fare carriera non “possono fischiare contro le grandi squadre, altrimenti devi essere solo Lo Bello o qualche altro grandissimo fischietto per riuscire ad andare avanti”. Canovi non crede alla sudditanza psicologica ma solo alla volontà di andare avanti e riuscire a fare carriera: “E’ sempre stato così e non mi riferisco solo alla Juventus” ha fatto sapere Canovi.

false
Leggi Anche
napoli genoa contestazione
Corriere. Napoli-Genoa, i tifosi pronti alla contestazione. Azzurri sotto assedio