Tutto NapoliVideo

SKY: Napoli primo in classifica, 4 segreti dietro il primato della squadra di Spalletti -VIDEO

Sky Calcio Club analizza la partenza sprint degli azzurri

I 4 segreti del Napoli di Spalletti. Dopo il successo con il Cagliari i partenopei salgono a 6 vittorie in altrettante partite di campionato: un ruolino di marcia che consente agli uomini di Spalletti di ritrovarsi sola al vertice della classifica.

NAPOLI PRIMO IN CLASSIFICA: I SEGRETI DI SPALLETTI

Durante Sky Calcio Club è stata analizzata la partenza sprint degli azzurri, individuando 4 punti di forza o segreti, della squadra di Spalletti. §Ecco quanto evidenziato da napolipiu.com

” Il Napoli di Luciano Spalletti, è il dominatore assoluto dopo le prime sei giornate di Serie A. Ma qual è il segreto della squadra azzurra?

Secondo Beppe Bergomi un fattore è il centrocampo: “Spalletti parte con una mediana a tre, con una mezzala a turno – soprattutto Zielinski ed Elmas – che va a fare il trequartista e ruota sempre molto bene. In fase di costruzione Fabian Ruiz davanti la difesa è molto bravo a ‘pulire’ e distribuire i palloni; Anguissa a me sta piacendo. Il segreto per me è il centrocampo”.

Secondo Bucciantini un elemento in più è Insigne: “È fondamentale averlo tenuto e aver al momento messo da parte il discorso legato al contratto. Questo Napoli è una squadra che anche lo scorso anno ha avuto tanti gol dagli attaccanti esterni, o comunque che girano intorno alla punta centrale. Insigne sono sei anni che va in doppia cifra con le reti e arriva a quota 20 tra gol e assist. Un giocatore che ha questi numeri e fa una quantità di partite come quella che fa Insigne nel calcio europeo non esiste. Insigne rappresenta un po’ la ‘batteria’ di giocatori che gira intorno a Osimhen“.

 

Secondo De Canio è  Spalletti il segreto. “Questo è il primo anno dopo tre anni dove si lavora senza tensioni nel gruppo. Nel periodo di Ancelotti c’è stato il conflitto con il gruppo legato al famoso ritiro che ha portato poi alla rottura; nella gestione Gattuso ci sono state le tensioni con De Laurentiis, poi il silenzio stampa. Tutte situazioni che influiscono sul gruppo soprattutto se ci sono dei focolai individuali dei giocatori che magari hanno determinati problemi, come ad esempio Insigne e la situazione legata al rinnovo di contratto. Spalletti ha normalizzato tutto. Poi c’è la sua organizzazione, iniziando dal possesso palla da dietro non ‘cervellotico’, dove quando non si trova spazio o c’è pressione si lancia palla verso Osimhen”.

Secondo Marchegiani invece l’elemento che sta facendo la differenza è la voglia di riscatto presente nel gruppo azzurro. “La squadra viene da una delusione enorme che l’ha vista non centrare una qualificazione in Champions League che probabilmente meritava, visto che già giocava bene, ma aveva delle criticità. Prendeva gol tutte le gare, non era solida come ora. Spalletti è arrivato vestito di gala e fino a questo momento non ha sbagliato niente“.

 

LEGGI ANCHE

Preziosi: “Sono tifoso del Napoli, spero vinca lo scudetto. Ecco perchè ho venduto il Genoa”
Anguissa, Milan e Juve si mangiano le mani. La Roma non trovò l’accordo: Alvino svela il retroscena
Domenica Sportiva: Osimhen, 4 top club lo seguono. Insigne e Mertens verso l’addio al Napoli

Back to top button

Benvenuto su napolipiu.com

Consenti gli annunci sul nostro sito Sembra che tu stia utilizzando un blocco degli annunci. Ci basiamo sulla pubblicità per finanziare il nostro sito.