Calciomercato Napoli

Sky: De Laurentiis ordine di mercato a Giuntoli. Il Napoli non replicherà quanto fatto nel 2020

Il Napoli prepara il mercato di Gennaio. Ordine perentorio di Aurelio De Laurentiis a Giuntoli. Gli azzurri non ripeteranno quanto fatto nel 2020.

Il mercato del Napoli a Gennaio sarà improntato sulle cessioni. De Laurentiis  ha bisogno di liberare caselle e scalare il monte ingaggi.  Secondo quanto riporta Sky sport 24 il patron azzurro è stato chiaro: “Prima bisogna vendere“.

Il mercato invernale del Napoli è tutta un’altra storia rispetto ad un anno fa. Perché la rivoluzione di gennaio 2020, cinque acquisti e quasi novanta milioni investiti sul mercato, non verrà replicata.

Il Napoli sarà sempre pronto a cogliere occasioni nella sessione invernale ma fondamentalmente il primo obiettivo riguarderà le cessioni di Milik e Llorente. Sul polacco, in scadenza a giugno, la situazione è ancora in fase di stallo.

Le richieste di De Laurentiis, non meno di 15 milioni, e quelle del giocatore, che pretende ingaggio top, al momento stanno scoraggiando i club interessati. Un braccio di ferro che rischia di scontentare entrambe le parti. Il Napoli, che lo perderebbe a zero a giugno, e Milik, che quasi certamente perderebbe la possibilità di disputare gli Europei.

Più probabile a questo punto che si risolva prima la situazione legata a Llorente, per il quale nei giorni scorsi, la Juventus ha contattato l’agente.

Sky sport aggiunge: “Giuntoli continua a sondare il mercato degli esterni difensivi per migliorare il reparto. Ma De Laurentiis è stato chiaro: prima bisognerà vendere. Ghoulam (scadenza 2023) guadagna molto e su Malcuit al momento non ci sono state richieste interessanti.

Possibile dunque che non ci siano sussulti, aspettando il ritorno di Osimhen, fissato per il 30 dicembre, e il rinnovo di Gattuso. Solo una formalità questa, ma comunque un passo importante per consolidare il progetto cominciato poco più di un anno fa“.

Back to top button

Benvenuto su napolipiu.com

Consenti gli annunci sul nostro sito Sembra che tu stia utilizzando un blocco degli annunci. Ci basiamo sulla pubblicità per finanziare il nostro sito.