Le Interviste

Di Caro: “Il Napoli avrà problemi, non può vincerle tutte. Attenti alla Coppa D’Africa”

Il Napoli è primo in classifica in Serie A con 18 punti in serie partite

Il giornalista Andrea Di Caro parla del Napoli primo in classifica ai microfoni di Radio Marte. Gli azzurri hanno due punti di vantaggio sul Milan. La squadra di Spalletti è a punteggio pieno fino ad ora e giovedì devono affrontare l’Europa League contro lo Spartak Mosca. “Europa League? Giochi di giovedì, quindi c’è un problema logistico. Al di là del fatto che si può recuperare in meno tempo, la differenza è enorme tra Champions League ed Europa League. Innanzitutto perché la Champions ti costringe sempre a mettere la formazione titolare. L’Europa League viene vissuta sempre in maniera più leggera, fino alla parte finale della competizione si gioca con le seconde linee. Chi gioca la Champions ha i benefici degli incassi ma anche uno step fisico e psicologico che si sente di più. Non disputarla per il Napoli è un dispiacere ma può essere anche una nota positiva” dice il giornalista.

Di Caro è anche convinto che il Napoli non potrà mantenere questo ritmo ed ai microfoni di Radio Marte aggiunge: “In un campionato così lungo ci sono tanti scontri diretti e il Napoli dovrà essere messo alla prova. Per ora Juventus e Leicester le ha superate brillantemente. La maniera in cui il Napoli ha vinto finora, anche contro avversarie inferiori, con una difesa imbattuta e un Osimhen importante, mostra una squadra con qualcosa in più sotto tutti i punti di vista. Manterrà questo livello per tutta la stagione? Non lo sappiamo ma non c’è motivo di voler vedere per forza un problema che nasce. Di certo il Napoli non le vincerà tutte e sicuramente la Coppa d’Africa viene vista dai tifosi con apprensione e dagli avversari come un momento in cui la squadra potrebbe risentirne. Se io oggi fossi un tifoso del Napoli non starei a preoccuparmi del domani“.

Corsa scudetto

Il giornalista parla anche della corsa scudetto con la Juventus che sembra taglia fuori: “Rientrerà? Oggi è lunga e difficile, è ancora alla ricerca delle sue caratteristiche e del suo DNA, giocatori pagati tanto in commissioni e in ingaggi da cui ci si aspettava una potenzialità rimasta inespressa. Bisogna anche sfrutttare giocatori come Chiesa, Cuadrado e Kulusevski. Davanti è una squadra apprezzata ma non ha il miglior attacco del campionato. Troverei azzardato dire che la Juventus possa vincere lo Scudetto. Prima o poi rientrerà nel gruppo dei 4 ma non la vedo per lo Scudetto.
Mertens risorsa o problema? Non deve fare la chioccia, sicuramente è una risorsa in un Napoli che ha trovato una fisionomia. Da ragazzo intelligente si metterà a disposizione, avrà i suoi spazi perché ci sono 3 competizioni e ormai si gioca in 16. Fa parte della rosa di un grande Napoli. Poi ovviamente gli anni passano un po’ per tutti e c’è un tipo di impiego più centellinato. Con la Coppa d’Africa poi ci sarà più bisogno di giocatori pronti e forti da titolari. Penso che avere dei giocatori forti e validi sia un valore aggiunto“.

Back to top button

Benvenuto su napolipiu.com

Consenti gli annunci sul nostro sito Sembra che tu stia utilizzando un blocco degli annunci. Ci basiamo sulla pubblicità per finanziare il nostro sito.