ULTIME NOTIZIE SU NAPOLI

Prandelli sul Napoli: “Ancelotti è un genio. L’anti-Juve è il Napoli”

Prandelli sul Napoli: " Ancelotti è un genio, altro che Inter, l’anti-Juve è il Napoli"

Cesare Prandelli sul Napoli esprime un parere favorevole. Per l’ex ct la squadra di Ancelotti è l’anti-Juve.

PRANDELLI SUL NAPOLI

Oggi riparte la Serie A. Il mondo del pallone è sicuro che la Juventus sia, ancora una volta, la favorita per la vittoria finale. Il rebus riguarda chi sarà la vera antagonista dei bianconeri. C’è chi dice Inter, chi Milan e chi, come Cesare Prandelli, dice Napoli. Nonostante il mercato partenopeo non abbia portato a grandi colpi, l’ex c.t della Nazionale vuole dare fiducia ai partenopei e soprattutto a Carlo Ancelotti, nuovo tecnico degli azzurri. Prandelli, in un’intervista al Mattino ha spiegato i motivi per cui ritiene la squadra del presidente De Laurentiis la vera rivale della Juventus.

NAPOLI L’ANTI-JUVE

“Tutti vanno alla ricerca dell’anti-Juve. Ma è una ricerca semplice: se c’è una squadra che ha fatto 91 punti e ha avuto la forza di ingaggiare un allenatore come Carlo Ancelotti, chiaramente è lei l’anti-Juve”.

ANCELOTTI LA GARANZIA?

 “Carlo è geniale. È nel posto giusto anche perché nessuno più di lui può rimanere impermeabile ai paragoni con l’ultimo triennio di Sarri. Tutto farà tranne rivoluzioni. Sa come vanno trattati i giocatori, sa quello che vogliono, capisce i loro pensieri. Nessuno meglio di lui può consentire al Napoli di conservarsi in cima alla serie A”.



L’ESORDIO DI ANCELOTTI CONTRO LA LAZIO

“Sarà un bel test, contro una squadra che ha cambiato poco, che ha tenuto la quadratura della passata stagione e si è tenuta ben stretta un allenatore come Inzaghi molto bravo”.

HAMSIK REGISTA LE PIACE?

“In realtà io ricordo Marek playmaker: era all’inizio della sua carriera, quando era ancora al Brescia. Ha piede, intelligenza. E poi questo è un ruolo che se ti entra dentro può davvero farti volare. Perché alla fine il gioco passa tutto per te. Credo che sia una mossa che Carlo abbia studiato. E credo che possa anche funzionare. In caso contrario, Ancelotti non è un tipo che si ostina“.

Archivi