Rassegna Stampa

Pandev: “Napoli da scudetto, un errore lasciare la Campania”

L'attaccante macedone parla in una intervista al Corriere dello Sport

Goran Pandev ha lasciato un pezzo di cuore a Napoli, lo fa capire chiaramente ogni volta che torna in Campania da avversario. Il macedone è molto rispettato anche dai tifosi del Napoli che lo hanno sempre apprezzato, come calciatore e come uomo. Giocatore un po’ lento ma dalla tecnica sopraffina, uno che con il piede sinistro faceva quello che voleva. Pandev ha lasciato un ottimo ricordo di se a Napoli, piazza che ricorda sempre con grande affetto. In una intervista al Corriere dello Sport, Pandev dice: “I tifosi del Genoa mi hanno sempre sostenuto e meritano il mio ringraziamento. Così come devo ringraziare Preziosi che mi ha convinto a restare. La Lazio? I cinque anni e mezzo alla Lazio sono stati i migliori della mia carriera, al di là dei due gol segnati nel derby. Con Delio Rossi volavo. Mi dispiace per come è andata a finire, la rottura con Lotito è stata brutta, ma sarò sempre grato al club per tutto ciò che mi ha dato“.

Parlando della sua esperienza al Napoli, Pandev aggiunge: “Non ho ancora pensato al futuro. a non credo di fare l’allenatore. Mi immagino più dirigente, per valorizzare i giovani. Il Napoli? Forse non avrei dovuto lasciare il Napoli. Fui precipitoso dopo il cambio tra Mazzarri e Benitez. Volevo giocare di più e accettai l’offerta del Galatasaray. Per fortuna ho fatto in tempo a tornare in Italia, grazie al Genoa”. Sullo Scudetto al Napoli, Panev dice: “Penso che possano vincerlo. Hanno la società, la squadra, l’allenatore, l’ambiente. Glielo auguro“.

Back to top button

Benvenuto su napolipiu.com

Consenti gli annunci sul nostro sito Sembra che tu stia utilizzando un blocco degli annunci. Ci basiamo sulla pubblicità per finanziare il nostro sito.