Juventus-Napoli: per Ancelotti una gara come le tante da affrontare

IL MATTINO. Ancelotti sorprende tutti, nuovo modulo e due esordi

Si è presentato in conferenza stampa con la scioltezza, la serenità e la tranquillità di chi nella sua carriera ha visto tanto e tutto, da calciatore prima e da allenatore dopo. Juventus-Napoli una partita come le altre per Carletto Ancelotti. Lo dice il suo ricchissimo palmares, fatto di cinque Champions e quattro coppe intercontinentali. In poco o più di mille panchine. Ma anche di sette campionati vinti in cinque paesi diversi, giusto per elencare i successi più importanti. Da calciatore o da allenatore, non fa alcuna differenza.

Perchè Juventus-Napoli va servita così. Con una velata indifferenza. Perchè poi le motivazioni verranno da sè. I ragazzi in campo lo sanno. Il campionato 2017/2018 si è concluso da poco e la ferita brucia ancora. Il direttore d’orchestra rispondeva al nome del Comandante Sarri, oggi c’è Ancelotti, ma in campo i protagonisti sono gli stessi, eccezion fatta per Jorginho oggi al Chelsea. Torino, Juventus e lo Stadium… non si può non ricordare e non riportare la mente e il cuore a quel minuto novanta e all’arcobaleno di Callejon con lo stacco imperioso di Koulibaly. Non so se tre metri sopra al cielo, ma di sicuro quella decina di centimetri sopra Benatia, utili per trafiggere Buffon e tutto il mondo bianconero in campo e fuori. Eroi per una notte vero, ma è sempre bello vedere certe facce ‘un pò così’.

Ancelotti avrà dormito abbastanza per svegliarsi riposato e con la mente lucida. Juventus-Napoli non gli avrà tolto il sonno, ma avrà capito fin da subito che questa, è una sfida infinita e che da queste parti è una questione seria. Lo sarà anche per Carletto. Magari non lo dimostra. Ma su quella panchina si è seduto per due stagioni (1999-2001), e il divorzio non è stato di quelli pacifici. Non sappiamo cosa avrà in mente, ma la voglia di farle uno scherzetto sicuramente ci sarà.

Altre storie
Mertens risponde ai critici che in queste ore stanno attaccando il Napoli. Il Belga elogia Sarri poi ammette:" Amo Napoli e li napoletani".
Ultim’ora: Mertens lieve distorsione alla caviglia sinistra. Arriva il comunicato della Ssc Napoli