Rassegna Stampa

LA GAZZETTA: Il Napoli si è juventinizzato. Sarri applica il safety first ma il rischio è uno solo…!

Il Napoli si è juventinizzato Solo 7 gol subiti in 10 gare, il mantra del safety first per gli azzurri. Per la capolista il rischio è uno solo…

NAPOLI,  Vernazza sulla gazzetta dello sport, racconta di un Napoli juventinizzato, a causa dei pochi gol subiti ma lancia anche un allarme:

Il Napoli si è juventinizzato

Strane cose succedono, il Napoli si è un po’ juventinizzato ha subito appena sette gol in dieci giornate. Un anno fa, alla decima, di reti ne aveva prese dieci precise, una per turno. Tre gol in meno possono sembrare pochi, ma nel caso del Napoli capolista sono tanti, dimostrano come i sarriani abbiano alzato il livello di attenzione.

Sarri applica il safety first

Nove vittorie in dieci incontri, quando l’anno scorso, nei primi due mesi, c’erano stati due pareggi e due sconfitte. Otto punti in più esprimono una netta inversione di tendenza e bisogna guardare alla fase difensiva. È pensiero comune che gli scudetti li vinca chi subisce poco, la Juve degli ultimi sei titoli di fila ha recitato con religiosa applicazione il mantra del «safety first», la sicurezza prima di  tutto.

Per gli azzurri il  rischio è uno solo

L’unico rischio è la coperta corta, in particolare la mancanza di ricambi ai tre dell’attacco, visto l’infortunio di Milik. Sarri liquida l’osservazione alla voce «semplificazioni giornalistiche», ma nel momento in cui sostituisce Callejon con Rog tira la coperta da una parte e scopre l’altra o viceversa. Sul lungo periodo il pericolo è l’usura. Il mercato di gennaio sarà un passaggio cruciale. Arriverà Inglese, però oggi è difficile immaginare che l’attaccante del Chievo da solo possa bastare. A gennaio di quest’anno era stato preso Pavoletti e sappiamo come è finita (male).

Back to top button

Benvenuto su napolipiu.com

Consenti gli annunci sul nostro sito Sembra che tu stia utilizzando un blocco degli annunci. Ci basiamo sulla pubblicità per finanziare il nostro sito.