Dalla Spagna AS, Benzema al Napoli per 4 motivi

Dalla Spagna AS, Benzema al Napoli per 4 motivi

AS, BENZEMA AL NAPOLI PER 4 MOTIVI

NAPOLI –  Voci di mercato, suggestioni ma anche realtà, Ancelotti vuole Benzema al Napoli, ma l’operazione appare complicata per vari motivi, in primis quello economico. Dalla Spagna però tengono accesa la fiammella,  il quotidiano spagnolo AS elenca quattro motivi per i quali il Real Madrid potrebbe decidere di privarsi di Karim Benzema, e magari accasarsi al Napoli.

POCHI GOAL

Nell’ultima annata la punta ha segnato appena 12 reti in 39 presenze, pochissimi per una punta del Real Madrid. Zidane lo ha sempre difeso, ma in alcuni momenti è stato inevitabile escluderlo dall’undici titolare.

HIGUAIN E LEWANDOSKI MEGLIO DI BENZEMA

I numeri non mentono e di fronte ad altri grandi attaccanti il confronto è impietoso. Per esempio, da quando Lewandowski veste la maglia del Bayern ha segnato 149 reti in 193 partite, nello stesso periodo il francese ne ha segnate appena 81. Anche il duello con Higuain vede Karim soccombere: il Pipita, nelle quattro stagioni in cui convisse con Benzema, segno appena un gol in meno rispetto a lui, che giocò 20 partite in più. Da quando i due si sono separati, l’argentino ha segnato 44 reti in più rispetto al suo ex compagno.

Dalla Spagna AS, Benzema al Napoli per 4 motivi

SCARICATO DAI TIFOSI DEL REAL MADRID

Le sue prestazioni negative hanno causato più di una volta i fischi dei tifosi madridisti, che lo hanno identificato come uno dei punti deboli della squadra. In un caso ci fu bisogno addirittura dell’intervento di Cristiano, che chiese ai sostenitori di appoggiarlo invece di fischiarlo. Nonostante questo, la rete in finale di Champions, seppur fortunosa, lo ha parzialmente riabilitato nei confronti dell’aficion blanca.

SENZA ZIDANE LA PANCHINA E’ ASSICURATA

L’addio di Zidane potrebbe costar caro a Benzema. Secondo AS, il marsigliese è stato l’allenatore che più ci ha messo la faccia per difenderlo, fino a restare senza più scuse e trovandosi costretto a relegarlo in panchina solo quando era ormai inevitabile. Per Karim, Zizou era come un fratello maggiore e quel tipo di rapporto non è assolutamente detto che possa replicarsi con Lopetegui.