TUTTE LE NOTIZIE SUL CALCIO NAPOLI

Corbo: “Ritiro del Napoli nel caos, tifosi senza risposta. Cento agenti della DIGOS a Castel di Sangro”

corbo ritiro napoli

Antonio Corbo commenta il ritiro del Napoli. A Castel di Sangro ci saranno cento agenti della DIGOS. Tifosi senza risposta per le prenotazioni.

Il Napoli ha cominciato il ritiro a Castel di Sangro, come era prevedibile, tutte le strutture ricettive della cittadina Abruzzese sono sold out, non mancano però i “soliti” problemi organizzativi, come ha spiegato il giornalista di Repubblica Antonio Corbo. Ecco le sue parole:
“Per Aurelio De Laurentiis comincia oggi la stagione numero 18. La precedente coincide con la peggiore della sua presidenza. Un settimo posto che ha spento le emozioni della Coppa Italia, niente Champions, solo l’Europa League. Sa tenere i conti e conosce il calcio al punto da farne una fabbrica di soldi .
Con la riforma dei campionati europei in due gironi da 60 club, la produzione diretta delle telecronache, niente di personale con Sky e altre tv, ma il calcio è business secondo il presidente. La sua fertile ricerca di utili ha una velocità di pensiero superiore alla risposta della sua struttura”.

Corbo incalza sul ritiro del Napoli a Castel di Sangro

“A poche ore dal ritiro in Abruzzo, squillano anche i telefoni dei giornali: le stesse domande, come si prenotano on-line i mille posti sui 7000 dello stadio, perché non ha risposta chi si è già iscritto, come si accede alle tre Ztl, l’Ufficio Comunicazione ha quasi sempre le linee guaste, tutto sembra in tilt, come e più dell’Inps nei giorni dei sussidi.
Il ritiro è l’ennesimo esempio di una buona idea che rischia di essere realizzata male dalle gerarchie intermedie della società“.

Il ritiro del Napoli sarà blindato, Corbo rivela la presenza di oltre cento agenti della DIGOS:

“La Regione Abruzzo vuol replicare l’operazione di Trentino Marketing. Hanno pagato 800mila euro per ospitare il Napoli, far conoscere le sue bellezze ma anche l’eccellente offerta di sport, relax, benessere. Il sindaco Angelo Caruso con la responsabilità del questore Capoluongo ha studiato un piano da G7, Castel di Sangro chiude il mercato per due settimane, cento agenti dalle 7 alle 24 e la Digos di notte in albergo sono un costo importante per il Viminale.
Ma comincia ora una prova per tutti: in emergenza Covid è possibile evitare contagi e calca, bastano le misure predisposte e i tifosi le accetteranno con senso di responsabilità? È un ritiro che chiede civiltà di contegno, guai ad esporre nella ressa i bambini, basta tifosi deliranti in assedio per un selfie”

Archivi