Anastasio, vincitore di X-factor spiega il tatuaggio di Maradona e il suo amore per Napoli. Il cantante cita Sarri, Sorrentino e parla dell'Europa League.

Anastasio: “Il tatuaggio di Maradona rappresenta Napoli. Sarri, Sorrentino e l’Europa…”

Anastasio, vincitore di X-factor spiega il tatuaggio di Maradona e il suo amore per Napoli. Il cantante cita Sarri, Sorrentino e parla dell’Europa League.

[better-ads type=”banner” banner=”81855″ campaign=”none” count=”2″ columns=”1″ orderby=”rand” order=”ASC” align=”left” show-caption=”1″][/better-ads]

Il rapper napoletano Anastasio dopo aver vinto l’edizione italiana di  X-Factor 2018ha sollevato la sua maglia e ha mostrato il suo tatuaggio di Maradona e ha gridato’ forza Napoli.

Marco Anastasio, da Meta di Sorrento, si è subito rivelato come il concorrente che avrebbe raccolto l’interesse dei telespettatori tanto da vincere la gara con Naomi grazie al 70% dei televoti. Personalità, bravura attorale e cantautorale, il giusto mix di rime e strofe, una sorta di teatro/canzone rivisitato espresso da un talento fuori dalla norma

Anastasio dopo il trionfo a «X Factor» ha voluto raccontare la propria esperienza al quotidiano Il Mattino:

MARCO ANASTASIO VINCE X-FACTOR

«Mi sento più confuso o felice? Confuso di sicuro, felice pure. L’ho detto pochi momenti dopo la proclamazione da vincitore: non so dove mi sono ficcato».

TATUAGGIO DI MARADONA

«Per me lui è un mito, un personaggio epico. E poi, nel mio piccolo, il tatuaggio di Maradona, era una citazione di Sorrentino nella notte degli Oscar. El Pibe è iconico, un rivoluzionario, e io sento il fascino della rivoluzione. Pieno di contraddizioni, rappresenta perfettamente Napoli: genio e sregolatezza all’ennesima potenza».

SARRI UN ALTRO DEI TUOI MITI

«Lui è straordinario, ha fatto tantissimo per il Napoli».

Anastasio, vincitore di X-factor spiega il tatuaggio di Maradona e il suo amore per Napoli. Il cantante cita Sarri, Sorrentino e parla dell'Europa League.

ANASTASIO TIFOSO DEL NAPOLI?

«Tifosissimo».

COME FINISCE QUEST’ANNO?

«Con la Juve credo non ci sia partita, ma l’Europa League è alla nostra portata, possiamo vincerla e cancellare la delusione della Champions».

ANCELOTTI

«Carlo Ancelotti mi piace, ha saputo fare tesoro di quello che aveva fatto Sarri e a ogni partita ci stupisce con un gioco diverso»

[better-ads type=”banner” banner=”105133″ campaign=”none” count=”2″ columns=”1″ orderby=”rand” order=”ASC” align=”center” show-caption=”1″][/better-ads]

Per ulteriori news Anastasio

Leggi anche –> Intervista a Mistery, giovane rapper Napoletano

Leggi anche –> Intervista a El Barrio, il re dei giovani rapper Napoletani

Altre storie
Torre annunziata pusher arrestato a causa della maglia della Juventus