Scontri tra tifosi del Napoli e tifosi del Liverpool. Ferito un 26enne

Scontri tra tifosi del Napoli e tifosi del Liverpool.  A Napoli è caccia agli hoolingans. Un tifoso inglese è rimasto ferito al volto. Segnalate decine di aggressioni.

Napoli-Liverpool era stata segnalata come partita ad alto rischio scontri. LA questura di Napoli e quella inglese erano da tempo all’opera. Gli incidenti di sette anni fa, quando decine di Napoletani furono assaliti a Livepool non è stata dimenticata dagli ultras azzurri.

Scontri tra tifosi del Napoli e tifosi del Liverpool

Durante la notte sono stati segnalati i casi più gravi di scontri tra tifosi del Napoli e tifosi del Liverpool. Ad avere la peggio sono stati i tifosi inglesi. Gli Ultrà del Napoli hanno organizzato ronde di scooter con ragazzi in sella a due a due che hanno girato per il centro storico di Napoli. Gli ultras del Napoli cercavano cinquanta supporters inglesi, facce conosciute e schedate che già le autorità inglesi avevano segnalato a quelle italiane”.

[better-ads type=”banner” banner=”81550″ campaign=”none” count=”2″ columns=”1″ orderby=”rand” order=”ASC” align=”center” show-caption=”1″][/better-ads]

Caccia agli hooligans

Le frange più violente del tifo napoletano si sono organizzate come se fossero in guerra. Una strategia ben precisa per non dare nell’occhio: a due a due con gli scooter e sms. Così è partita la caccia agli hooligans.

Quando qualche tifoso «reds» si è trovato a passare per il Centro è stato colpito: niente coltelli, solo pugni. Una decina di casi sono stati segnalati e nessuno che è dovuto ricorrere alle cure mediche”

26enne ferito

In via Cesare Rossarol, il fatto più grave. Ad avere la peggio un tifoso inglese 26enne, rimasto ferito al volto, dopo aver consumato delle birre in un locale della strada situata a pochi passi da piazza Garibaldi.

I tifosi inglesi hanno raccontato di essere stati aggrediti improvvisamente mentre si trovavano nella caffetteria, da un gruppo di tifosi azzurri.

La prognosi per il 26enne è di 15 giorni. Indagini in corso per risalire all’identità degli aggressori. L’allarme violenza si protrarrà per tutta la giornata di oggi: c’è il rischio di aggressioni per i tifosi che raggiungeranno lo stadio San Paolo.

Archivi