Varie-Calcio

Ronaldo in vacanza in zona rossa. Non esistono divieti per CR7, mentre i comuni cittadini…

Cristiano Ronaldo in vacanza in zona rossa. Il fuoriclasse della Juve si muove sempre in barba ai divieti anti-COVID

Vacanza  per Ronaldo in zona vietata, rischio multa per il portoghese. Sui social è già bufera CR7 avrebbe violato le restrizioni anti-Covid. Il video galeotto con la fidanzata a Courmayeur allerta i carabinieri: «Stiamo accertando i motivi del viaggio».

IO SO IO E VOI NON SIETE UN…

C’era una vorta un Re cche ddar palazzo / mannò ffora a li popoli st’editto: / “Io sò io, e vvoi nun zete un cazzo“» recitava il sonetto “Li soprani der Monno vecchio” di Giuseppe Gioachino Belli. Come il celebre Marchese del Grillo che ripete la famosa frase anche  Cristiano Ronaldo si fa beffe: della crisi, del Covid e delle legge italiane.

Il fuoriclasse portoghese alzato agli altari di chi sa quale gloria terrena, si concede il lusso, non solo materiale, di fare tutto, ma proprio tutto quello che gli aggrada. Mentre nel nostro paese i comuni cittadini sono tenuti a distanza dalle proprie famiglie, a causa delle restrizioni tra, Comuni, provincie e regioni, il buon Ronaldo, con il suo bell’aereo privato se ne va a zonzo per il mondo.

Fanno ridere i titoli dei giornali amici quando parlano di multa in arrivo. Sui social girano moltissimi video in cui ignari cittadini, alle prese con i problemi della vita quotidiana vengono sottoposti a fermo dalle autorità, in alcuni casi anche in maniera feroce, e al buon Ronaldo gli riserviamo la solita multa, che paga con 10 muniti di lavoro.

VERGOGNA!

Multa o non multa (lo scopriremo nei prossimi giorni), CR7 è già stato condannato dal tribunale dei social, che a maggioranza considera il suo comportamento irrispettoso: in un momento come questo, in cui tutti facciamo i conti giornalmente con limitazioni e rinunce, non è bello vedere un personaggio così noto che invece di essere un esempio sene frega delle regole.

LA STAMPA AMICA DELLA JUVENTUS

La stampa nazionale ormai è in stretto rapporto d’amore e d’amicizia con la Juventus, basti pensare al recente caso Rovella, l’ennesima plusvalenza sull’asse Juventus-Genoa, roba da far drizzare le antenne ad ogni magistrato del pallone, ma in Italia va tutto bene!
Voglio ripetere il mio orrore per attentati che oltre che essere cattivi in sé sono stupidi perché nuocciono alla causa che dovrebbero servire… Ma quegli assassini sono anche dei santi e degli eroi… e saranno celebrati il giorno in cui si dimenticherà il fatto brutale per ricordare solo l’idea che li illuminò e il martirio che li rese sacri“, recita una frase di Enrico Malatesta.

CRISTIANO RONALDO RECIDIVO

Ronaldo non è nuovo a comportamenti che fanno discutere in tempo di Covid. A ottobre con altri 6 compagni violò le norme della Asl sulla bolla dell’isolamento fiduciario della Juve per andare in nazionale: sulla vicenda la procura di Torino ha aperto un fascicolo (rischiano una multa da 400 a 1000 euro) e si è mossa pure la Figc.

In Portogallo prese il virus e fece scalpore perché tornò da positivo con un’aeroambulanza: in realtà il protocollo prevede il rientro a casa con un volo sanitario (a spese del contagiato).

In quarantena scivolò su un inopportuno commento social («il tampone è una c……»), poi cancellato, preceduto dal botta e risposta col ministro dello Sport Vincenzo Spadafora sulle violazioni del protocollo.

Altra polemica durante le vacanze di Natale, quando è stato a Dubai con la famiglia per i Globe Soccer Awards (viaggio per motivi di lavoro).

Per Ronaldo e qualche altro calciatore nessun obbligo di quarantena al rientro come per i “normali” cittadini, perché come ha spiegato la Asl di Torino seguono un protocollo a parte.

Morale: neanche il Covid ci dice che siamo tutti uguali.

CRISTIANO RONALDO A COURMAYEUR

Ecco il video della vacanza di Cristiano Ronaldo in zona vietata.

Cristiano Ronaldo ha trascorso una giornata a Courmayeur con la fidanzata Georgina per festeggiare il 27° compleanno di lei. Tutto in regola? No, perché il Piemonte e la Valle d’Aosta sono zona arancione e non si può passare da una regione all’altra. La vicenda adesso è al vaglio dei carabinieri di Aosta: la coppia rischia una multa dai 400 euro ai 1000 euro (a testa) per violazione delle norme anti Covid.

A Courmayeur Ronaldo e Georgina  hanno trascorso la notte e la mattinata successiva, senza mai essere fermati dalle Forze dell’Ordine. Il giro in motoslitta (filmato e messo in rete probabilmente dal noleggiatore) ha scatenato il web e azionato i carabinieri.

Back to top button

Benvenuto su napolipiu.com

Consenti gli annunci sul nostro sito Sembra che tu stia utilizzando un blocco degli annunci. Ci basiamo sulla pubblicità per finanziare il nostro sito.