Milik e Lozano: la Nazionale per il rilancio, a Napoli per il riscatto

Un gol per il rilancio, è accaduto a Milik e Lozano entrambi impegnati con le rispettive Nazionali di Polonia e Messico. I due calciatori hanno segnato entrambi gol decisivi. 

Nonostante i tanti chilometri percorsi, soprattutto per Lozano, la Nazionale potrebbe essere un punto di rilancio per i due calciatori che ora cercano il riscatto con il Napoli dove non hanno ancora dimostrato tutto il loro potenziale.

Milik chiede spazio

L’estate travagliata di Arkadiusz Milik tra infortuni e l’ombra di Icardi, pesa ancora sulle spalle dell’attaccante polacco. Con il Napoli in questa stagione ha giocato appena 161′ tra Serie A e Champions League, segnando zero gol. Milik e Lozano, sono i due calciatori che ancora devono mostrare le loro capacità in maglia azzurra in questa stagione. L’attaccante della Polonia si è finalmente sbloccato proprio con la sua Nazionale, segnando un gol dei suoi con un tiro a giro da fuori area potente e preciso (ECCO IL GOL DI MILIK). La rabbia con cui ha esultato fa capire che il calciatore sta attraversando un periodo particolare, cosa che è stata confermata anche da sue dichiarazioni a Polsat Sport: “Mi piacerebbe giocare un po’ di più di 15 minuti a partita” ha detto Milik che nella sfida con la Macedonia di Elmas, è entrato al 68′ siglando la rete dopo 12′ dal suo ingresso in campo. “Il gol è stato importante, merito anche di Lewandowski che ha recuperato un grande pallone. Futuro? Ho fiducia in me stesso, ma dipende anche da quanti minuti si gioca. Se non si sta molto in campo è difficile fare una buona prova”.

Assist e gol per Lozano

Anche Hirving Lozano ha fatto bene nella prima partita del Messico, giocata con il Bermuda. Un assist e un gol per Lozano, che ha sbagliato anche un calcio di rigore. In ogni caso si è visto un giocatore in salute, capace di stare nel vivo del gioco. Proprio la Nazionale potrebbe regalare quel brio necessario a Milik e Lozano per cercare anche il riscatto con il Napoli. Il giocatore messicano fino ad ora è stato impiegato spesso da Ancelotti e schierato sia da seconda punta, sia da esterno mancino, posizione quest’ultima dove sembra trovarsi più a suo agio. Nonostante tutto tra campionato e Champions League ha segnato un solo gol, quello contro la Juventus. I tifosi si aspettano tanto da lui, perché si sono intraviste capacità tecniche superiori alla media, oltre ad una velocità che gli permette di attaccare la profondità, proprio come chiede Ancelotti.

false
Leggi Anche
Montervino ammutinamento napoli
Montervino: “Momento difficile colpa di tutti. I furti non sono ritorsioni”