Focus

LDT – Napoli ridotta ad una colonia mediatica del Nord. Ricordate gli attacchi a Maradona…

Lettere dai tifosi. Cinque sportivi azzurri scrivono alla nostra redazione lamentandosi del trattamento mediatico riservato al Napoli dai alcuni media locali.

La sconfitta del Napoli per mano di Massa contro l’Inter, le critiche dopo la gara contro la Sampdoria e l’accanimento mediatico contro gli azzurri sono alcune delle lamentele che cinque sportivi azzurri hanno voluto condividere con al nostra redazione. Ecco la lettera:

“Gent. Sig. Direttore, ci rivolgiamo a lei perché siete uno dei pochi giornali seri nel desolante scenario informativo partenopeo con notizie e rubriche dettagliate . La preghiamo, in caso di pubblicazione, di non presentarci come tifosi perché noi siamo semplici sportivi ormai stanchi e nauseati da alcuni pseudo giornalisti napoletani che continuamente e ripetutamente attaccano la squadra azzurra e la società.

Se perdi non va bene, se pareggi si doveva vincere e se vinci non va bene lo stesso. Solo qui da noi esiste questo modo di fare informazione. Si ritengono esperti di tattiche e campagne acquisti ma se stessero a Milano o a Torino potrebbero venderli solo i giornali. Incredibile quanto è stato detto e scritto dopo Napoli – Sampdoria. Ma nel desolante panorama del copia- incolla questi ameni personaggi acquistano visibilità estrema pur avendo un bagaglio culturale, sociale, economico e professionale mediocre. Ma che razza di giornalismo è mai questo. Abbiamo da oltre un decennio una squadra internazionale riconosciuta a tutti i livelli come non mai nella sua storia e loro come se avessero le case piene di coppe e trofei vinti su tutti campi del pianeta attaccano continuamente presidente e allenatori”.

Gli sportivi napoletani aggiungono:

“In altre città avrebbero fatto fuoco e fiamme d’inchiostro per esigere i tanti scudetti scippati (ne mancano 5 al Napoli nell’ultimo decennio) alla propria squadra, a Milano ricordano sempre quello scippato nel 1997-98 – ma qui da noi si aspetta la fine della partita per “attaccare” la squadra e la dirigenza. Come se avessero tante di quella esperienza e trofei da vantare attaccano grandi professionisti come Benitez, Sarri, Ancelotti, Gattuso. Dall’alto della loro scienza dicono come giocare, chi impiegare o chi acquistare. Siamo ormai ridotti a colonia e molti di noi che hanno i capelli bianchi queste querelle strumentali le ricordano anche per il Napoli di Maradona. 

Pasquale D.

Nicola P.

Gennaro O.

Vincenzo E.

Gaetano C.

Filippo I.

Back to top button

Benvenuto su napolipiu.com

Consenti gli annunci sul nostro sito Sembra che tu stia utilizzando un blocco degli annunci. Ci basiamo sulla pubblicità per finanziare il nostro sito.