Jtv, Benatia sul Napoli: “Gli azzurri non si illudano ad Aprile la Juve sarà prima”

A Jtv Benatia sul Napoli ha le idee chiare: "Gli azzurri non si illudano ad Aprile la Juve sarà prima". Il difensore bianconero ha parlato della corsa scudetto e delle avversarie della Juve alla televisione ufficiale del club. Benatia in questa intervista ha palesato molta presunzione tipica dell'ambiente bianconero.

A Jtv Benatia sul Napoli ha le idee chiare: “Gli azzurri non si illudano ad Aprile la Juve sarà prima“. Il difensore bianconero ha parlato della corsa scudetto e delle avversarie della Juve alla televisione ufficiale del club. Benatia in questa intervista ha palesato molta presunzione tipica dell’ambiente bianconero.

Jtv Benatia sulla difesa

“Se non si subiscono gol aumenta la fiducia e quando siamo sullo 0-0, con i giocatori che abbiamo davanti possiamo segnare da un momento all’altro: continuiamo così.

Benatia sul Napoli

Il Napoli lotterà con noi fino alla fine, ma ho visto bene pure  la Roma che credo abbia qualcosa in più rispetto all’Inter che è comunque una squadra solida. La lotta scudetto sarà per tre quattro squadre, ma sono convinto che il Napoli sarà l’avversario più ostico ma a marzo o aprile, quando arriveranno le partite che contano, la Juve sarà davanti a tutti”.

Grande intensità

“Qui si lavora molto e se si vuole giocare la domenica ci si deve allenare bene. Il mister non guarda i nomi, ma segue le sue idee e se ha bisogno di cambiare lo fa senza pensarci due volte. Sappiamo di dover dare tutti il 100% e così in allenamento c’è sempre grande intensità”.

Sfida di Verona

Verona? Giocare contro chi lotta per la salvezza è sempre dura e contro la Juve tutti danno il massimo. A Verona dovremo sudare, correre e trovare le giuste motivazioni. Quando si gioca contro Napoli, Inter o Roma quasi non c’è bisogno dell’allenatore, perché siamo tutti concentratissimi, ma questo deve accadere anche nelle altre partite”. 

false
Leggi Anche
Rigori negati al Napoli
I rigori negati al Napoli sono più di 5. Ecco i dati reali