Calciomercato Napoli

Fedele: “Spalletti? Non si poteva trovare di meglio. Con un terzino sinistro e un mediano il Napoli può lottare per i primi posti”

Enrico Fedele felice per l'arrivo di Spalletti. L'ex dirigente lo ritiene un top allenatore, poi il pronostico: "Con due innesti, il Napoli può lottare per i primi posti"

Enrico Fedele ex agente dei fratelli Fabio e Paolo Cannavaro ha rilasciato alcune dichiarazioni ai microfoni di Radio Marte:

Spalletti non mi sorprende, prima si era convinti di avere un Messia che dal ginnasio aveva fatto da autodidatta. Spalletti è allenatore da tanti anni, in grandi piazze. Non si poteva trovare di meglio. Lo stesso Sarri è un allievo di Spalletti. All’inizio c’era scetticismo e pure un velo di ironia ma è uno che non ha paura e che sa di calcio. Con un terzino sinistro e un mediano il Napoli può lottare per i primi posti. In difesa siamo coperti, specie se tengono Malcuit.

Che differenze ci sono tra il 4-2-3-1 di Spalletti e quello di Benitez? Qui c’è più ordine tattico e più attenzione a difendersi rispetto all’attacco. In quello di Gattuso si trovavano dei buchi enormi. Tatticamente è più italiano e coperto.

Osimhen a fare il muro? Con un po’ di ritardo…ho visto che Spalletti cura molto l’aspetto tecnico e la postura. Ulivieri chiamò Thuram e gli disse di correre meglio per arrivare sul pallone. Il ragazzo rimase stranito, era un Campione del Mondo. Poi però gli diede ragione, arrivava sulla palla prima e con meno difficoltà. E Spalletti in tal senso è un allievo di Ulivieri.

Osimhen ha bisogno di spazio ma molte non te lo danno e non bisogna fare la bella statuina. Deve cominciare a essere sensibile con la palla e dare spazi al Zielinski di turno per la finalizzazione. Non devono andare in attacco in 7 per difendersi in 4″.

Fedele ha poi aggiunto: “Zielinski giocatore determinante per il Napoli, nessuno può fare quello che fa lui. Ceduto a 50 milioni? Io ci penserei. Magari si accende e spegne ma risolve le partite.
Non ho mai detto che Icardi aveva preso casa a Napoli, lo appresi da un altro giornale.

Chi prenderei a centrocampo? Zakaria o Koopmeiners. Mario Rui? Ha un piede educato ma nella fase difensiva lascia a desiderare, mi sembra più un giocatore da 5 a centrocampo che da 4 dietro. Malcuit ha grande velocità ma è un po’ stralunato.

Lobotka? Ha trovato la forma fisica, giocatore ordinato. Spalletti dice che Demme può fare il Pizarro? E’ come paragonare una sciarpa di lana a una cashmere. Lobotka magari ha un tocco in più ma è maggiormente educato.
Koulibaly? So che vuole rimanere. Insigne? Si può trovare una formula ma se lui eventualmente pensa a un altro contratto eccezionale come ha fatto Donnarumma allora si troverà altro senza patemi”.

Back to top button

Benvenuto su napolipiu.com

Consenti gli annunci sul nostro sito Sembra che tu stia utilizzando un blocco degli annunci. Ci basiamo sulla pubblicità per finanziare il nostro sito.