ULTIME NOTIZIE SULL'EMERGENZA CORONAVIRUS

“Era in atto una commozione cerebrale. Non toccava ad Ospina decidere se restare in campo o meno”

Nel corso di Marte Sport Live, il responsabile del trauma center dell’ospedale Cardarelli, Giuseppe Noschese, dice la sua in merito all’infortunio del portiere azzurro, David Ospina:

“Sono situazioni dove non tocca al calciatore decidere se restare in campo o meno. L’impatto è stato violento, a tal punto da procurargli una ferita. Era in atto una commozione cerebrale. Lo staff medico doveva obbligare ad Ospina di uscire dal campo. Infatti il quadro clinico si è complicato. Non era solo un trauma cranico, e sono serviti una serie di accertamenti per monitorare al meglio la situazione. Sui tempi di recupero, non andrei di fretta. Lascerei ad Ospina tutto il tempo necessario per recuperare”

Archivi