Le Interviste

“Era in atto una commozione cerebrale. Non toccava ad Ospina decidere se restare in campo o meno”

Nel corso di Marte Sport Live, il responsabile del trauma center dell’ospedale Cardarelli, Giuseppe Noschese, dice la sua in merito all’infortunio del portiere azzurro, David Ospina:

“Sono situazioni dove non tocca al calciatore decidere se restare in campo o meno. L’impatto è stato violento, a tal punto da procurargli una ferita. Era in atto una commozione cerebrale. Lo staff medico doveva obbligare ad Ospina di uscire dal campo. Infatti il quadro clinico si è complicato. Non era solo un trauma cranico, e sono serviti una serie di accertamenti per monitorare al meglio la situazione. Sui tempi di recupero, non andrei di fretta. Lascerei ad Ospina tutto il tempo necessario per recuperare”

Back to top button

Benvenuto su napolipiu.com

Consenti gli annunci sul nostro sito Sembra che tu stia utilizzando un blocco degli annunci. Ci basiamo sulla pubblicità per finanziare il nostro sito.