De Laurentiis pensa a Kulusevski: il Napoli vuole bruciare la concorrenza, decisa l’offerta

De Laurentiis vuole Kulusevski al Napoli
Ultimo aggiornamento:

E’ Kulusevski l’ultima tentazione del Napoli di De Laurentiis. Lo rivela Repubblica che parla del patron molto interessato al calciatore ora al Parma.

 

Il Napoli sta pensando a Dejan Kulusevski lo vuole De Laurentiis. Lo svedese dell’Atalanta, attualmente in prestito al Parma, è una delle rivelazione di questo campionato. Con la maglia dei ducali è diventato un titolare imprescindibile, a suon di buone prestazioni e gol. Uno lo ha messo a segno anche nel 2-1 rifilato al Napoli durante la prima gara di Gattuso sulla panchina partenopea. Per riuscire a prendere il calciatore ci vogliono tanti soldi, l’Atalanta è bottega cara e soprattutto i giovani gioielli non li lascia partire facilmente.

 

Per portare Kulusevski al Napoli, De Laurentiis dovrebbe presentare un’offerta da 25 milioni di euro. In questo modo, secondo quanto scrive Repubblica, gli azzurri potrebbero bruciare la concorrenza. Sul calciatore c’è anche l’Inter che era molto interessata a questo attaccante che gioca prevalentemente sulla fascia destra, ma che sa ricoprire molti ruoli in attacco ed anche a centrocampo. A 19 anni lo svedese, con passaporto macedone, ha un contratto con l’Atalanta fino al 2023 ed un fisico imponente: 186cm che non gli ostacolano l’agilità, anche se fa del tiro e la capacità di corsa le sue armi migliori. Il prospetto è di quelli che piace al Napoli: giovane e con grande possibilità di crescere, ma su Kulusevski si sta per scatenare un’asta quindi se De Laurentiis vuole prenderlo deve anticipare tutti. Intanto sempre Repubblica parla di un Torreira come prima scelta degli azzurri a centrocampo. Una conferma arrivata anche da Sky nella serata di ieri, ma sulla decisione finale peserà la scelta di Arteta. Il nuovo tecnico dei Gunners sembra orientato a tenere l’uruguaiano, ma la società potrebbe comunque decidere di cederlo davanti ad un’offerta veramente allettante che sia di almeno 30 milioni di euro.