Cori razzisti, si alla sospensione la lega cede. Ha vinto il Napoli

Cori razzisti, si alla sospensione la lega cede. Ha vinto il Napoli

Cori razzisti, si alla sospensione. Dopo la netta presa di posizione di Ancelotti, arriva la svolta. La FIGC approverà la modifica dell’articolo 62. Ha vinto il Napoli.

Cori razzisti, si alla sospensione, Gravina, come riporta il Corriere dello Sport, si sta impegnando molto al punto che il prossimo 28 gennaio, due giorni dopo Milan-Napoli, il primo Consiglio Federale dell’anno approverà la modifica dell’articolo 62 (Tutela dell’ordine pubblico in occasione delle gare) delle Noif, ovvero la benedetta procedura da applicare in caso di manifestazioni razziste da parte dei tifosi.

Sospensione delle partite

In caso di cori razzisti, ci saranno due soli step di sospensione (non tre come adesso) da parte dell’arbitro prima dell’eventuale interruzione decisa sempre dal delegato alla sicurezza.

  • Il direttore di gara, volontariamente o avvertito dal quarto uomo, chiamerà una prima volta le squadre a centrocampo, durante l’annuncio-avvertimento trasmesso dagli altoparlanti;
  • in caso di seconda fermata, le squadre potranno lasciare il campo in via definitiva, se ci sarà l’interruzione decretata dal funzionario di Polizia.

Insomma, non solo le partite potranno essere fermate davanti ai buuu incivili di parte dello stadio ma il nuovo iter diventa più breve rispetto a quello codificato dalla Uefa di Platini dieci anni fa.

Cori razzisti, si alla sospensione la lega cede. Ha vinto il Napoli

La Lega cede

A Palazzo Chigi la Lega cede al Napoli. Giorgetti, potente sottosegretario leghista con delega allo sport, ha rettificato la propria posizione:

«Il Napoli ha ribadito la volontà di fermarsi qualora si verificassero nuovi buuu nei confronti dei suoi calciatori? L’ho detto, siamo nella dimensione sportiva e delle regole del mondo dello sport.

Va fatta chiarezza e bisogna invece distinguere gli ululati all’interno delle competizioni sportive rispetto alla violenza fuori dagli stadi: in questo secondo caso, come ha detto Salvini, ci sarà tolleranza zero.

Il nostro impegno è distinguere bene i tifosi dai delinquenti. Per applicare il modello inglese tanto invocato però ci vuole anche la polizia e i giudici inglesi.

Le cose intelligenti che fanno altrove e che possono essere tradotte in Italia saranno tradotte con estremo rigore. Però non basta fare una legge, bisogna anche applicarla.

Ci sono protocolli Uefa e Fifa su queste vicende ed è giusto che la Figc si impegni a tradurli».

[better-ads type=”banner” banner=”105133″ campaign=”none” count=”2″ columns=”1″ orderby=”rand” order=”ASC” align=”center” show-caption=”1″][/better-ads]

Ha vinto il Napoli

«Ancelotti e Napoli (e con loro chi li ha sinceramente sostenuti), pronti a fermarsi autonomamente davanti alla mancanza di contrasto a certo becerume, hanno ottenuto un risultato importante, spiega GravinaLe parole di Giorgetti non mi sorprendono. Sono per altro in linea con le nostre».

Anche capo della Polizia, Gabrielli riconosce la vittoria del Napoli e di Ancelotti: «Io credo moltissimo alla responsabilità personale. Il ministro Salvini su questo argomento è stato molto chiaro e netto come al solito e credo lo sia stato anche l’allenatore del Napoli»

false
Leggi Anche
Pistocchi: “Ancelotti non è l’unico colpevole. Avete visto cosa è successo a Lozano?”