Tutto Napoli

Corbo: “La Nazionale e Mancini correggono il Napoli”

Antonio Corbo nel suo editoriale su Repubblica mette in evidenza un aspetto tattico di Insigne in Nazionale

Lorenzo Insigne si è caricato sulle spalle la Nazionale italiana di calcio impegnata agli Europei. Anche durante la prima partita con la Turchia l’attaccante del Napoli ha fatto vedere di essere in ottima forma. Il numero dieci ha messo a segno un gol, ma ha giocato sicuramente un’ottima partita. Secondo Corbo l’esuberanza di Insigne in Nazionale dipende anche da un fattore tattico che Mancini ha saputo costruire intorno al calciatore del Napoli, ma anche dai giocatori che gli girano intorno.

Ecco quanto scrive Corbo nel suo editoriale: “Oggi la Nazionale dà spazio nell’elastico 4-3-3 a Bonucci e Chiellini ma anche a Insigne, sostenuto dall’esuberanza responsabile di Spinazzola, nella catena di sinistra. Dettaglio rilevante per il futuro del Napoli. Insigne esce da una ottima stagione sul piano personale. Mancini però offre un motivo di riflessione. Quanto vale Insigne, quanta serenità, lucidità, libertà di rifinire ha, se da sinistra sbucano Mario Rui o Hysaj, oppure un ciclone chiamato Spinazzola? Mai sostituito Ghoulam. Quanto quel buco nero ha penalizzato Insigne ed il Napoli? Si lavora per montare nella catena il ricambio che manca? A questo dovrebbe dedicarsi Spalletti, che per contratto non può ancora parlare ma viene solo descritto come un raffinato pensatore immerso nella sua vita contadina di Montaione, fattoria”.

Insigne e l’assenza dei terzini

Dalle pagine del nostro giornale avevamo denunciato l’assenza cronica di terzini. Un problema che il Napoli si trascina dietro oramai da anni. Il caso Ghoulam fa scuola, se la SSCN di De Laurentiis decide ancora di attendere potrebbe essere pesantemente penalizzata, soprattutto se non prende un giocatore alternativo. Anche perché Mario Rui ci mette impegno, ma non è di certo Roberto Carlos.

L’assenza di un calciatore che faccia continuamente la sovrapposizione, che sia una spina nel fianco a sinistra penalizza inevitabilmente anche Insigne. Il calcio è fatto di tempo e spazio come ama dire Guardiola. Con un esterno di fascia che può rubare tempo e spazio agli avversari, anche solo con una sovrapposizione, ne guadagnerebbe sicuramente Insigne che in quegli spazi ci va a nozze e può inventare giocate decisive.

Leggi anche:

Back to top button

Benvenuto su napolipiu.com

Consenti gli annunci sul nostro sito Sembra che tu stia utilizzando un blocco degli annunci. Ci basiamo sulla pubblicità per finanziare il nostro sito.