Arrestato ultrà napoletano, aveva investito Belardinelli prima di Inter-Napoli

Arrestato ultrà napoletano, l’uomo che lo scorso 26 dicembre 2018 aveva investito ed ucciso Daniele Belardinelli. Il tifoso è stato arrestato a Napoli.

Il tutto era accaduto in via Novara, a meno di due chilometri dallo Stadio San Siro di Milano, durante gli scontri che hanno preceduto la partita tra Inter e Napoli.

Ultrà napoletano in manette

Per l’omicidio di Daniele Belardinelli è stato arrestato un ultrà napoletano Fabio Manduca di 39 anni. Per lui l’accusa è di omicidio volontario. L’ordinanza di custodia cautelare in carcere è stata firmata dal gip di Milano Guido Salvini su richiesta della Digos, coordinata dall’aggiunto Letizia Manella e dai pm Rosaria Stagnaro e Michela Baroni. Manduca è stato arrestato nella sua casa di Napoli dagli agenti della Digos. E’ accusato di essere alla guida di una Renault Kadjar, la stessa che avrebbe utilizzato per travolgere Daniele Belardinelli quando un gruppo di ultrà interisti aveva invaso la strada in un assalto programmato, con tanto di mazze e coltelli. Secondo le accuse Manduca sarebbe addirittura passato sopra il corpo, proseguendo poi la marcia.

Gomorra e Raffaele Cutolo

Durante il corso delle indagini Fabio Manduca si era sempre avvalso della facoltà di non rispondere. L’uomo impiegato in un’agenzia di pompe funebri aveva precedenti penali. Sulla sua pagina facebook ci sono continui riferimenti a Gomorra e post contro i pentiti di mafia con le parole di Raffaele Cutolo.

false

BENVENUTI SU NAPOLIPIU.COM

Leggi Anche
Mourinho nuovo allenatore del Tottenham: è ufficiale