TUTTE LE NOTIZIE SUL CALCIO NAPOLI

Rocchi e la Juventus. Ecco tutte le gare dei bianconeri arbitrate dal fischietto di Firenze. Incubi e polemiche

Rocchi juventus
Ultimo aggiornamento:

Rocchi favorisce la Juventus? L’arbitro di Firenze è spesso accusato di favorire i bianconeri.

Incredibile ma vero. Nel campionato dei 16 rigori negati al Napoli, la designazione di Rocchi per Bologna – Juventus rappresenta l’ennesima discutibile scelta di un designatore che doveva essere dismesso già dopo Inter – Juventus del 28 aprile 2018.

In questa stagione Rocchi, uscendone indenne a differenza di Massa, ci aveva regalato già perle di saggezza in Atalanta – Juventus e Sampdoria – Juventus.

Gianluca Rocchi ha diretto 39 volte la Juventus; i bianconeri hanno perso solo 4 volte. Nelle 35 gare di campionato la Juventus ha vinto 27 volte e perso solo 4 volte; 3 i pareggi.

Ma ecco il dettaglio delle gare dirette da Rocchi con la Juventus.

PARTITE DELLA JUVENTUS ARBITRATE DA ROCCHI

Campionato 2007 – 2008
1). Torino – Juventus 0 – 1. VI giornata, 30 settembre 2007.
La partita, condizionata anche dalla mancata espulsione di Nedved, è vinta dalla Juventus al 93’ con un gol segnato da Trezeguet in fuorigioco di almeno 5 metri.
Il designatore Collina premia Rocchi per Catania – Livorno della giornata successiva.
2). Juventus – Inter 1 – 1. XI giornata, 4 novembre 2007.

Rocchi nega un rigore alla Juventus per fallo di Cordoba su del Piero.
Al 56’ grazia col semplice cartellino giallo Nedved che con un fallaccio da tergo procura la frattura del perone a Figo; Figo sarà sostituito da Burdisso.
Nel finale Rocchi grazia anche Chiellini per la gomitata rifilata a Ibrahimovic.
Rocchi sarà fermato per un mese e tiornerà in campo alla XV giornata per Napoli – Parma del 9 dicembre 2007.
3). Catania – Juventus 1 – 1. XVIII giornata, 12 gennaio 2008.

La Juventus agguanta il pareggio al 91’ su un calcio di rigore farlocco. Il tuffo di Del Piero è evidente ma Rocchi non se ne accorge.
Su Italia 1, il moviolista Maurizio Pistocchi mostra da tutte le visuali che Biagianti non tocca Del Piero.
Collina premia stavolta Rocchi per Napoli – Lazio della giornata seguente.
4). Udinese – Juventus 1 – 2. XXII giornata, 10 febbraio 2008.

Chiellini è graziato ripetutamente da Rocchi e non viene espulso nemmeno quando abbatte con le mani Quagliarella (forse anche una gomitata). Nella circostanza Rocchi ha due opzioni a disposizione ma fra il gioco violento e la chiara occasione da rete ammonisce Quagliarella.
Mancano anche due rigori all’Udinese: Mani di Chiellini su tiro di Di Natale e ancora mani di Chiellini su tiro di Zapata.
5). Juventus – Napoli 1 – 0. XXVIII giornata, 16 marzo 2008.

Al 7’ è graziato col cartellino giallo Trezeguet per il fallaccio su Santacroce. Al 10’ si ripete Trezeguet sul difensore napoletano con una gomitata ed una ginocchiata ma Rocchi fa finta di nulla. I cartellini sono tutti per il Napoli: ben 5. In pratica al Napoli è impedito di giocare. La rete vincente segnata da Iaquinta giunge all’88’ ma è viziata dal fallo di Molinaro su Lavezzi. Rocchi convalida il gol ed ammonisce addirittura Lavezzi nel solito classico dei classici.
6). Juventus – Milan 3 – 2. XXXIII giornata, 12 aprile 2008.
Pessima la direzione arbitrale. Rocchi ammonisce Ambrosini e Sissoko ma al 26’ perdona Favalli per un duro fallo su Camoranesi. Al 43’ si lascia mandare a “quel Paese” da Del Piero senza prendere provvedimenti disciplinari. Camoranesi compie falli a ripetizione, incredibili i due falli su Seedorf al 36’ e 63’ rimasti impuniti. Camoranesi sarà ammonito solo al 75’ per la somma dei falli commessi. Non ci saranno sconti invece per Bonera espulso al 66’. La rete decisiva scaturisce dagli sviluppi di un calcio di punizione inesistente; Maldini non compie fallo su Grygera.

Campionato 2008 – 2009

7). Juventus – Torino 1 – 0. VIII giornata, 25 ottobre 2008.
Non espulso Diana per un fallaccio su Nedved.
8) Juventus – Genoa 4 – 1. XII giornata, 13 novembre 2008.

Rocchi e i suoi collaboratori fischiano di tutto contro i liguri. Il Genoa giocherà solo un tempo, nella ripresa attenderà solo il fischio finale. Al 3’ Milito deve solo segnare ma è fermato per un presunto fallo commesso su Chiellini.
6’ segna Grygera.
10’ Gasbarroni è fermato da Griselli per un fuorigioco inesistente.
Al 19’ tocca a Lion fermare ancora Gasbarrone per segnalare sbagliando il pallone fuori campo.

25’ Griselli annulla un gol regolare di Milito per fuorigioco inesistente. Un minuto dopo raddoppia Amauri.
45’ Gasbarroni deve solo segnare ma Rocchi ferma l’azione ravvisando un fantomatico fallo di Biava su Grygera.
All’88’, sul 3 a 0, Rocchi regala un rigore al Genoa per un mani involontario di Legrottaglie. Al 93’ non è espulso Sissoko per un fallaccio su Juric; Rocchi gli risparmia pure il cartellino giallo.

9). Roma – Juventus 1 – 4. XXIX giornata, 21 marzo 2009.
10). Genoa – Juventus 3 – 2. XXXI giornata, 11 aprile 2009.
Al 42’ è molto dubbio il rigore assegnato alla Juventus per presunto fallo di Ferrari su Del Piero.

79’ è solo ammonito Grygera per il fallaccio da dietro su Criscito.
88’ è graziato, nemmeno ammonito, anche Marchisio per il duro fallo da tergo su Juric.
Palladino spegne tutte le polemiche all’89’ segnando la rete del definitivo vantaggio ligure.
11). Roma – Juventus 1 – 3. II giornata, 30 agosto 2009.

12). Juventus – Sampdoria 5 – 1. X giornata, 28 ottobre 2009.
Sul punteggio di 0 a 0 è negato un rigore ai liguri per fallo di Buffon su Ziegler.
13). Udinese – Juventus 3 – 0. XXXII giornata, 3 aprile 2010.

Campionato 2010 – 2011

14). Milan – Juventus 1 – 2. IX giornata, 30 ottobre 2010.
15). Cagliari – Juventus 1 – 3. XXIV giornata, 5 febbraio 2011.
Al 57’, sul punteggio di 1 a 1, non espulso Krasic per il tuffo a contatto con Ariaudo.

Rocchi sembra intenzionato ad ammonire lo juventino ma poi improvvisamente ammonisce Ariaudo ed assegna il fallo alla Juventus. Krasic era già ammonito e andava riammonito per la plateale simulazione.

Il tecnico Ranieri provvede immediatamente a sostituire Krasic con Sissoko. Sul punteggio di 1 a 2 è invalidato un gol regolare di Nenè; Rocchi fischia un fallo di Canini su Toni mai fatto.
16). Roma – Juventus 0 – 2. XXXI giornata, 3 aprile 2011.

Campionato 2011 – 2012

17). Lazio – Juventus 0 – 1. XIII giornata, 26 novembre 2011.
Al 20’, sul punteggio di 0 a 0, Rocchi supera Buffon con un pallonetto ma Barzagli salva la propria porta deviando con il braccio il pallone in corner. L’arbitro Rocchi non espelle Barzagli e non assegna il calcio di rigore ai romani.
Rocchi non arbitrerà più la Juventus per tutto il campionato.

Campionato 2012 – 2013

18). Genoa – Juventus 1 – 3. III giornata, 16 settembre 2013.
Rocchi ritrova la Juventus a circa un anno di distanza dei gravi fatti di Lazio – Juventus e stavolta penalizza il Genoa. Al 43’, con i liguri in vantaggio per 1 a 0, Rocchi non espelle Bonucci per fallo su Kucka in chiara occasione da rete; solo ammonito il giocatore bianconero. I liguri subiranno poi la rimonta bianconera, anche con un rigore contro.
19). Juventus – Torino 3 – 0. XV giornata, 1 dicembre 2012.
Espulso giustamente Glik per un fallo su Giaccherini, Rocchi non espelle però Basha e Barzagli.
20). Roma – Juventus 1 – 0. XXV giornata, 16 febbraio 2013.
Manca un rigore alla Roma per mani di Lichtsteiner su tiro di Marquinho.

Rocchi –  Juventus, Campionato 2013 – 2014

21). Juventus – Milan 3 – 2. VII giornata, 6 ottobre 2013.
Al 14’ Tevez si tuffa ai limiti dell’area rossonera senza essere toccato da De Jong. Rocchi è a pochi metri ed invece di ammonire il giocatore juventino per simulazione, concede la punizione ai bianconeri ammonendo l’incolpevole De Jong.

Sugli sviluppi del calcio di punizione segna Pirlo il gol del momentaneo pareggio. Al 23’ non è espulso Bonucci per la testata rifilata a Robinho. Rocchi estrae solo il cartellino giallo per il bianconero. Al 25’ è negato un rigore al Milan.

E’ doppia la trattenuta di Chiellini e Vidal ai danni di Muntari ma Rocchi non se ne accorge. Poco dopo all’attento arbitro sfugge anche la trattenuta del solo Vidal ai danni di Muntari e nega un altro rigore al Milan. Non espulso Mexes che rifila un pugno a Chiellini; era anche rigore per la Juventus.

22). Juventus – Napoli 3 – 0. XII giornata, 10 novembre 2013.
Al 1’,15’’ è convalidato il gol di LLorente segnato in posizione di fuorigioco. Sul tiro di Isla è già in fuorigioco il giocatore juventino; LLorente è ancora in fuorigioco sul tocco di Tevez. Rocchi, Bergonzi (arbitro addizionale) e, soprattutto, Cariolato non se ne accorgono.
5’ fischia un fallo inesistente di Behrami su Pogba.
6’ non visto un fallo di Pirlo su Behrami.
9’ è ancora protagonista Cariolato. Su cross di Pogba non si avvede che Tevez, che partecipa al gioco cercando di colpire di testa, e Bonucci sono in fuorigioco; para comunque Reina.

15’ è negato un rigore al Napoli. Bonucci spinge vistosamente Higuain in area bianconera ma Rocchi e l’arbitro addizionale Tagliavento non vedono nulla. 26’ ne combina un’altra Cariolato. Lascia andare quasi in porta Asamoah che era partito da posizione di fuorigioco evidente.
28’ Pogba si tuffa in area azzurra ma non viene ammonito.
39’ c’è un altro rigore negato al Napoli. Ogbonna affonda Higuain ma Rocchi, Tagliavento non vede, riesce a fischiare un fallo al giocatore napoletano.
42’ fischiato un fallo inesistente di Inler su Ogbonna. Entrambi i giocatori hanno la gamba alzato ma Inler è in vantaggio; l’eventuale fallo è semmai del giocatore bianconero.

48’ non fischiata la plateale spinta di Ogbonna ai danni di Maggio sul vertice destro dell’area bianconera; Rocchi e Bergonzi non se ne accorgono.
51’ è ammonito giustamente Bonucci per fallo su Insigne. Rocchi non concede il vantaggio e ferma Hamsik che si era involato in area sulla sinistra. Si rifà comunque Rocchi che nel giro di un paio di minuti (55’ e 56’), fischiando tre punizioni inesistenti in favore della Juventus nel momento di massimo sforzo del Napoli. Insigne anticipa Tevez e Rocchi fischia il fallo al napoletano; Insigne conquista il pallone su Isla e Rocchi assegna una punizione alla Juventus; al 56’ Pirlo si lascia cadere a terra e Rocchi fischia un fallo di Behrami.

60’, Pirlo trattiene vistosamente Higuain ma Rocchi fa proseguire il gioco ma subito dopo riesce ad ammonire Hamsik per fallo sullo stesso Pirlo.
64’ resta impunita una gomitata di Isla ad Armero. Più tardi fischiata un’altra punizione inesistente in favore della Juventus; Pogba cade da solo ma Rocchi fischia un fallo di Hamsik.
Al 71’, sul punteggio di 1 a 0, non espulso Vidal che compie un’entrataccia su Armero. Armero riesce ad evitare appena il pericoloso intervento e riparte in contropiede ma Rocchi ferma l’azione per ammonire Vidal.

L’errore di Rocchi è doppio; Vidal poteva essere ammonito anche ad azione conclusa ma una volta non concesso il vantaggio, Vidal andava espulso perché l’intervento è da cartellino rosso.
Rocchi chiude la gara al 74’ con il gol di Pirlo su punizione. Fino al 74’ la Juventus conduceva per 1 a 0, con un gol irregolare, e al Napoli mancavano due calci di rigore.
23). Juventus – Inter 3 – 1. XXII giornata, 2 febbraio 2014.

Campionato 2014 – 2015

24). Juventus – Roma 3 – 2. VI giornata, 5 ottobre 2014.
E’ da ritenersi fra i più scandalosi arbitraggi della storia del calcio di tutti i tempi, secondo (a pari merito di Inter – Juventus diretta da Orsato il 28 aprile 2018) soltanto alla direzione di gara della Supercoppa di Pechino fra Juventus e Napoli del 2012. Nulla che non si sappia di questa gara mal diretta disciplinarmente e peggio ancora tecnicamente decisa da Rocchi con 2 rigori farlocchi ed un gol in fuorigioco e tutto ad appannaggio di una sola squadra. Con Rocchi ci sono anche Faverani e Stefani che avevano fatto parte già del glorioso sestetto di Pechino e dopo di allora non erano stati mandati a casa insieme a Mazzoleni, Tagliavento e Rizzoli.

Rocchi parte alla grande già al 25’, riuscendo a compiere ben quattro errori gravi nella stessa decisione di assegnare il rigore alla Juventus. Sul portale “Il calcio visto da me” sono chiaramente elencati questi obbrobri arbitrali.

Quanti errori dell’arbitro

Al 25’ arriva la punizione di Pirlo da cui scaturisce il primo rigore: il fallo di Totti è netto, la decisione di Rocchi ineccepibile, ma nei successivi due minuti l’arbitro fiorentino compie una serie di errori che compromettono l’intera gara.

  1. Anche nelle partite dei campetti degli oratori si insegna all’arbitro di prestare attenzione alle barriere in prossimità del limite dell’area: qui Rocchi abbonda (di quasi due metri) nella distanza pur di mettere la barriera in area, complicandosi inutilmente la vita, senza trarre nessun beneficio dall’utilizzo dello spray, che in quest’occasione gli sarebbe potuto essere molto utile.
    2. Il fallo di mano di Maicon sarebbe da sanzionare tecnicamente (non disciplinarmente: altro errore di Rocchi!), ma avviene fuori dall’area, poiché il brasiliano si era staccato anzitempo dalla barriera, commettendo una precedente infrazione: la decisione corretta sarebbe stata ammonizione del brasiliano e calcio di punizione dal punto in cui Maicon ha impattato il pallone.

3. L’errore più grave della circostanza in analisi è stato il repentino cambio di idea dell’arbitro: in un primo momento decreta il calcio di punizione subito fuori area, poi cambia idea ed indica il dischetto: il fischietto fiorentino lascia in questo modo intendere che la decisione del rigore non sia completamente propria, ma in buona parte da attribuire ai vari juventini che hanno protestato.
4. Ultimo ma non meno importante, pesa l’errore di non assumere provvedimenti disciplinari per le numerosissime proteste, prima degli juventini, poi degli ospiti: è il primo segno che in campo regna l’anarchia.
In conclusione, la decisione corretta era ammonizione per Maicon per essere uscito dalla barriera in anticipo e calcio di punizione subito fuori area per la Juventus
“.

ROCCHI, LA JUVENTUS E IL VIOLINO DI GARCIA

Dopo la rete di Tevez è allontanato Garcia per aver mimato un violino.
In definitiva, Rocchi pone la barriera a circa 11 metri ed assegna alla Juventus un calcio di rigore inesistente sulle isteriche proteste dei tanti giocatori bianconeri che l’avevano attorniato e nei confronti dei quali non aveva preso provvedimenti disciplinari. Il coraggioso Rocchi espelle però Garcia nella circostanza.

Al 31’ pareggia la Roma su calcio di rigore concesso per fallo di Lichsteiner su Totti.
Al 47’ arriva la seconda invenzione arbitrale. A tempo scaduto Rocchi assegna un altro calcio di rigore alla Juventus. Pogba cade dopo un contrasto con Pjanic e per Rocchi non ci sono dubbi in proposito. Il dubbio contrasto avviene fuori area di rigore ma l’errore ancora più grave è l’assegnazione del penalty a tempo scaduto.
All’86’ Rocchi chiude la partita convalidando il gol irregolare di Bonucci. Ecco come “Il calcio visto da me” commenta l’ennesimo obbrobrio arbitrale.

Ecco come “Il calcio visto da me” definisce la direzione di Rocchi.

La prestazione di Rocchi e della sua squadra (ricordiamo che gli assistenti Stefani e Faverani erano gli stessi della finale mondiale) è assolutamente insufficiente e ci auspichiamo che Messina gli risparmi il campo il più a lungo possibile: sull’operato dell’arbitro ci siamo già soffermati, su quello degli assistenti basti ricordare che Faverani poteva rendersi molto più utile in occasione dei primi due rigori (più sul primo
che sul secondo, che era sulla fascia opposta) e che il fuorigioco sul terzo gol doveva essere segnalato da Stefani. Rocchi: voto 3; Stefani: voto 4,5; Faverani: voto 5
“.

Il presidente dell’AIA Nicchi difenderà a spada tratta Rocchi. Lo stesso presidente dell’AIA che ad inizio del campionato in corso (2019 – 20120) si è catapultato alla Domenica Sportiva per attaccare duramente Massa e Valeri per il rigore assegnato al Napoli in fiorentina – Napoli, ebbe allora altre parole sul conto di Rocchi per la “tripletta” rifilata alla Roma: “Dal punto di vista affettivo, l’arbitro Rocchi non dovrebbe restare fermo. Questa decisione, tuttavia, tocca al designatore. Io sono tranquillo, Rocchi è tranquillo, si sta allenando e, ad oggi, le immagini direbbero che non ha sbagliato niente in Juve-Roma. Dubbi?
Rocchi sarà fermato per soli due turni di campionato. Dopo Fiorentina – Napoli, Massa è stato fermato per un mese.

Campionato 2015 – 2016

25). Juventus – Torino 2 – 1. XI giornata, 31 ottobre 2015.
26). Udinese – Juventus 0 – 4. XX giornata, 17 gennaio 2016.
27). Juventus – Inter 2 – 0. XXVII giornata, 28 febbraio 2016.

Rocchi Juventus

Rocchi-Juventus, Campionato 2016 – 2017

28). Juventus – Napoli 2 – 1. XI giornata, 29 ottobre 2016.
Pessima gestione disciplinare che penalizza il Napoli. Rocchi tollera oltre misura il gioco duro praticato dai giocatori juventini. Sul punteggio di 0 a 0 non è espulso di Alex Sandro. Il bianconero, già ammonito al 22’, si ripete al 40′ con un duro intervento su Reina, ma Rocchi inspiegabilmente non estrae il cartellino giallo. Rocchi grazia anche Hernanes (ammonito solo dopo il terzo fallo fatto al 61′) e Pjanic per un fallaccio su Mertens al 42′. Pjanic non risulterà neanche fra i giocatori ammoniti.

29). Torino – Juventus 1 – 3. XVI giornata, 11 dicembre 2016.
Al 5’ Alex Sandro perde il pallone su regolare contrasto di Iago Falque e Rocchi ferma la pericolosa ripartenza granata fischiando un fallo sul giocatore bianconero. Al 10’, sul punteggio di 0 a 0, non espulso Rugani che placca Belotti in chiara occasione da rete.
35’ è ammonito Castan per fallo su Mandzukic. Trenta secondi dopo Marchisio è graziato quando blocca la ripartenza di Iago Falque.

36’ è ammonito Mandzukic per fallo su Zappacosta. Gli juventini vanno in escandescenza. Mandzukic e Lichtsteiner protestano vibratamente e la fanno franca. Sulla panchina bianconera avviene l’inverosimile ma Rocchi ed il quarto uomo non prendono provvedimenti disciplinari. All’86’ Rugani, già ammonito, compie fallo ai danni di Boyce ma Rocchi addebita il fallo al granata.

Campionato 2017 – 2018

30). Juventus – Napoli 0 – 1. XXXIV giornata, 22 aprile 2018.
La vittoria azzurra nasconde solo in parte gli errori di Rocchi.
Al 5’ Asamoah stende da tergo Allan, ma Rocchi non lo ammonisce.

8’ Asamoah abbatte Callejon con un fallaccio e Rocchi fa proseguire il gioco per consentire il vantaggio del Napoli perché il pallone giunge a Mertens che a sua volta è steso da Benatia ad una ventina di metri dalla porta avversaria. Rocchi interviene ed ammonisce Asamoah per il fallo precedente ma non espelle Benatia per il fallo su Mertens in chiara occasione da rete; per Benatia il cartellino è solo giallo.
18’ è ancora graziato Asamoah per fallo da dietro su Callejon.

29’ Rocchi abbocca alla sceneggiata di Douglas Costa.
34’ non vede il fallo su Insigne commesso da ben tre giocatori juventini; Massa, IV Uomo, glielo deve segnalare lui.
Rocchi ritrova la Juventus dopo oltre un anno e per poco non ci rimette il Napoli. La vittoria azzurra non nasconde il pessimo arbitraggio di Rocchi.

Al 5’ Asamoah stende da tergo Allan, ma non è ammonito. All’8’ Asamoah abbatte Callejon con un fallaccio e Rocchi fa proseguire il gioco per consentire il vantaggio del Napoli perché il pallone giunge a Mertens che a sua volta è steso da Benatia ad una ventina di metri dalla porta avversaria. Rocchi interviene ed ammonisce Asamoah per il fallo precedente ma non espelle Benatia per il fallo su Mertens in chiara occasione da rete; per Benatia il cartellino è solo giallo. Al 18’ è ancora graziato Asamoah per fallo da dietro su Callejon. La rete di Koulibaly spegne definitivamente le polemiche.

Le perle di Rocchi

31). Napoli – Juventus 1 – 2. XXVI giornata, 3 marzo 2019.
Rocchi rivede la Juventus dopo un anno e si riappacifica con i fans bianconeri.
Al 3’ Emre Can è trattenuto da Hysaj per la spalla ma simula di aver subito un colpo al volto.

4’ Matuidi abbatte Callejon con un pestone alla caviglia e Rocchi assegna solo una rimessa laterale.
20’ compie un capolavoro Rocchi. Bonucci e Bernardeschi si scontrano e l’arbitro fischia un fallo ad Insigne che si stava involando verso la porta avversaria. Bonucci attira l’attenzione arbitrale rotolandosi al suolo e tenendosi il ginocchio sinistro. Nel campionato da ridere se l’azione si svolgeva in area napoletana ci sarebbe addirittura scappato il rigore per la Juventus.

Al 21’ è graziato Ronaldo che dopo il fischio arbitrale tira lo stesso in porta.
Al 24’ compie un altro capolavoro Rocchi espellendo Meret per fallo su Ronaldo. La simulazione di Ronaldo è evidente ma solo Rocchi ed Irrati non se ne accorgono. Rocchi pur avendo a disposizione il VAR non lo utilizza inspiegabilmente ed Irrati non lo richiama ancora più incredibilmente. Ronaldo trascina il piede sul terreno e vola senza essere toccato da Meret; una volta a terra lo juventino si tocca la gamba simulando un contatto mai avvenuto.

Goal irregolare per la Juventus

Su calcio di punizione segna Pjanic ma la rete è palesemente irregolare. Rocchi (e gravemente Irrati) in ottima posizione non vede Emre Can e Chiellini in fuorigioco e nemmeno si accorge che Chiellini buttandosi a terra impedisce a Zielinski di poter intervenire per intercettare il pallone, o quantomeno tentarci.
Al 66’ e al 68’ fa ripetere pure i corner del Napoli.

Al 72’ il portiere bianconero si scontra con Mandzukic e lui ferma l’azione pericolosa del Napoli.
L’espulsione di Pjanic al 47’ per doppia ammonizione ed il rigore assegnato al Napoli all’84’ sono il classico fumo negli occhi per coprire uno dei più scandalosi arbitraggi del gioco del calcio. Il duo Rocchi – Irrati negano pure un altro rigore al Napoli quando Chiellini rincorre Koulibaly e prendendolo per il collo lo trascina a terra su un corner.

Rocchi è ben piazzato ma non interviene; Irrati al VAR fa altrettanto. Per la cronaca, Ronaldo scanserà anche la Prova TV.
32). Juventus – Atalanta 1 – 1. XXXVII giornata, 19 maggio 2019.
Manca un rigore all’Atalanta per fallo di mani di Alex Sandro.

Campionato 2019 – 2020

33). Inter – Juventus 1 – 2. VII giornata, 5 ottobre 2019.
Al 5’ Rocchi si lascia trarre in inganno da un tuffo di Pjanic.
17’ Rocchi assegna un rigore all’Inter ma nella circostanza si dimentica di ammonire De Light per il fallo di mani. Più tardi de Light sarà ancora graziato per un duro intervento su Lautaro.

20’ Rocchi è tratto in errore da una simulazione di Dybala, appena sfiorato da Brozovic.
36’ Cuadrado cintura Lautaro sulla fascia destra e poi si butta a terra e Rocchi assegna la punizione alla Juventus.
Nel finale di primo tempo non ammonisce Dybala che appena sfiorato da Godin si butta in area nerazzurra. Al 48’ è perdonato De Light per il duro intervento su Lautaro. Rocchi non fischia neanche l’evidente fallo del giocatore juventino.

63’ è negato un rigore a Lukaku per il fallo subito da De Light.
65’ Rocchi, e ancora Irrati al VAR, non si avvede della plateale spinta di Bonucci a Lukaku.
83’ grazia col cartellino giallo il duro fallo da tergo di Emre Can su Bastoni. L’intervento è col piede a martello e non ammette errori sulla scelta del cartellino. Irrati al VAR non interviene.

Al 90’, in pieno forcing interista Rocchi fischia una simulazione di Barella nei pressi dell’area bianconera; l’interista aveva subito fallo da un avversario.
34). Atalanta – Juventus 1 – 3. XIII giornata, 23 novembre 2019.

Rocchi la Juventus e i cartellini

Penalizzata una bella Atalanta. Peggiore scelta non poteva fare Rizzoli dopo i disastri combinati dal direttore toscano in Inter – Juventus e Lazio – Atalanta. Rocchi sbaglia molto sul piano tecnico e disciplinare. Alla fine si conteranno 5 cartellini gialli per i locali e soltanto 3 per i bianconeri, ma all’appello mancano almeno un paio di cartellini rossi non sventolati agli juventini.
Al 7’ è graziato col cartellino giallo Higuain che con il piede a martello va sulla tibia di Gollini.

15’ Rocchi azzecca il rigore contro la Juventus per il mani di Khedira.
26’ perdona col cartellino giallo anche Dybala per le plateali e ripetute proteste. Dybala andava espulso.
74’ convalida la rete di Higuain (che doveva essere espulso al 7’) viziata dal fallo dello stesso giocatore juventino su Palomino. Prima del gol, Higuain rifila un calcione al difensore atalantino e segna sul rimpallo; Rocchi convalida la rete, non avvedendosi del fallo commesso da Higuain.

Al 76’, Emre Can effettua una vera e propria “parata” sul cross di Freuler, ma Rocchi pur rivedendo al monitor l’episodio non assegna l’evidente calcio di rigore all’Atalanta. Per la cronaca, Rocchi qualche settimana prima (Roma – Napoli) era sembrato un cavaliere di re Artù quando era corso al monitor per punire un mani di Callejon molto meno evidente della “parata” di Emre Can.
All’81’ segna ancora Higuain che doveva essere espulso al 7’ o anche al 74’ per doppia ammonizione. La rete è però viziata dal fallo di Cuadrado che ferma un attacco offensivo atalantino stoppando il pallone con la mano e avviando l’azione che befferà l’Atalanta.

La furbata di Cuadrato

Rocchi e tutto il sestetto arbitrale si lasciano sfuggire la furbata di Cuadrado. Lo Juventino era già stato ammonito e andava ancora ammonito per aver fermato un’azione d’attacco avversaria con un tocco di mano volontario.
35). Sampdoria – Juventus 1 – 2. XVII giornata, 18 dicembre 2019.
Al 2’ è negato un calcio di rigore alla Sampdoria per fallo di Demiral su Murru.

5′ Fallo di Matuidi a centrocampo ai danni di Thorsby. Nessun provvedimento disciplinare per il francese.
Al 7’ grazia Pjanic che con un intervento scomposto, col piede a martello, colpisce la tibia di Ramirez. Rocchi non fischia nulla e fa proseguire il gioco ma poi inspiegabilmente ferma la pericolosa ripartenza ligure per soccorrere lo stesso Ramirez che il colpo lo aveva subito alla gamba. Infatti alla ripresa del gioco il pallone è consegnato alla Sampdoria.

Al 19’ segna Dybala.
35’ segna Caprari.
34’ Demiral non è ammonito quando da dietro stende Ramirez nei pressi dell’area di rigore juventina.

43′ Cartellino giallo per Jankto, a causa di una trattenuta ai danni di Dybala.
45’ segna Ronaldo.
59’ è ammonito Pjanic. Il bosniaco fa fallo su Caprari e protesta anche platealmente per la punizione fischiata contro. 61′ Cartellino giallo per Murillo per fallo su Cristiano Ronaldo.

63’ Demiral affronta Murru in area bianconera e lo spinge furori dal campo, ma Rocchi non interviene. Per Murru entrano in campo i sanitari, ma c’erano gli estremi per un calcio di rigore.
76 Demiral colpisce alle spalle Caprari; ne nasce una scaramuccia tra i due che Rocchi risolve con doppio cartellino giallo. Al 92’ ne combina un’altra delle sue Rocchi con l’assurda espulsione di Caprari.

Il giocatore ligure ha il braccio largo solo per prendere posizione nei confronti di Demiral che è dietro. Demiral si butta a terra simulando un colpo al volto mai subito. Rocchi ammonisce gratuitamente Caprari per la seconda volta, lasciando impunito Demiral; Banti non interviene neanche stavolta.
Al 96’ è straordinario Rocchi quando ammonisce Ramirez per aver allontanato il pallone, ma una manciata di secondi dopo non fa lo stesso con Ronaldo per lo stesso motivo.

Rocchi aiuta la Juventus? dopo la lettura di tutti i dati  rispondi da solo alla domanda.

Riproduzione consentita con citazione della fonte Napolipiu.com

Archivi

Bernvenuto su napolipiu.com

Consenti gli annunci sul nostro sito Sembra che tu stia utilizzando un blocco degli annunci. Ci basiamo sulla pubblicità per finanziare il nostro sito.