ULTIME NOTIZIE SU NAPOLI

Napoli, il Policlinico Federico II libero dal coronavirus

policlinico libero coronavirus
Ultimo aggiornamento:

Il Policlinico Federico II è covid free, totalmente libero da coronavirus. E’ stata raggiunta la guarigione virologica, lo annunciano le autorità sanitarie.

Nell’area dedicata al Covid 19 non c’è più nessun paziente, così è stata raggiunta la guarigione virologica. Policlinico Federico II è covid free, totalmente libero da coronavirus. Ad annunciarlo è la direttrice generale Anna Iervolino che dice: “Il paziente è stato trasferito presso l’area di degenza ordinaria Malattie infettive per proseguire le cure. In questa occasione voglio ringraziare tutti i medici, gli infermieri ed il personale sanitario che hanno lavorato duramente per curare i pazienti“.

Nel corso dell’emergenza Covid la città di Napoli e le strutture sanitarie più volte sono state citate, soprattutto dai media stranieri, come eccellenze in Italia e non solo. Questa nuova fase del Policlinico non fa altro che confermare gli attestati di stima rilasciati negli ultimi mesi. Dalla Cura Ascierto agli ospedali modulari, Napoli ed i napoletani si sono dimostrati un’eccellenza.

Policlinico libero dal Coronavirus

Policlinico covid free è la nuova etichetta che si può stampare sulla struttura napoletana diventata una vera e propria eccellenza. La direzione strategica del Policlinico Federico II di Napoli – informa un comunicato – ha infatti realizzato un percorso nascita Covid ed emergenze ostetrico ginecologiche con 4 posti letto, un reparto Covid pediatrico con 5 posti letto. È stata implementata una terapia intensiva con ben 17 posti letto e Tac dedicata, 16 posti letto di malattie infettive e un’ulteriore unità Covid con 8 posti letto di terapia intensiva sono stati realizzati ex novo in modalità di isolamento assoluto dagli altri percorsi.

Ora il policlinico di Napoli è libero dal coronavirus ed inoltre dalla direzione fanno sapere che “a dimostrazione dell’efficacia di questi percorsi e protocolli messi a punto dalla direzione della Federico II” c’è l’assoluta assenza di “casi secondari” sia trai pazienti che tra il personale della struttura.

Archivi