napolipiu.com
Calcio Napoli e cultura Napoletana: Ecco il sito che parla la tua lingua

Razzismo, il Chelsea esclude a vita un suo tifoso. La serie A prenda esempio

Razzismo, il Chelsea esclude a vita un suo tifoso, per aver avuto un comportamento “razzista, minaccioso e aggressivo” e non potrà mai più assistere ad una partita allo Stamford Bridge




Il Chelsea esclude a vita un suo tifoso per Razzismo. Questa è la decisione apparsa ieri sui propri canali internet da parte del Chelsea Football Club. Il comunicato ufficiale è arrivato solo ieri mentre il fatto è avvenuto nel Dicembre del 2018 in una partita contro il Manchester City.

Il Club ha comunicato che il ritardo  è dovuto alla volontà di garantire che non fosse arrecato pregiudizio alle indagini di polizia.

La Premier League non è nuova a queste decisione, dove gli stessi Club, proprietari dello stadio usano la mano dura contro i propri tifosi che si dimostrano violenti anche in modo verbale.

per aver avuto un comportamento "razzista, minaccioso e aggressivo"

 

IL CHELSEA DICE NO AL RAZZISMO

Nel Dicembre del 2018, nella partita contro il City, 6 tifosi del Chelsea hanno insultato pesantemente un calciatore di colore avversario.
Ci sono voluti testimoni e due esperti di lettura orale che hanno visionato i video di sorveglianza dello stadio per identificare i responsabili. Gli esperti hanno evidenziato come siano state utilizzate parole di natura razzista. Il Chelsea ha dichiarato che “il comportamento dei sei tifosi ha superato il limite dell’accettabile

Cose assurde se si pensa all’ Italia, dove il Napoli e i napoletani sono sempre oggetto di insulti razzisti verso i giocatori e i tifosi al seguito. Bisognerebbe prendere esempio dall’ Inghilterra e usare la mano dura verso questa gente che di calcio e di vita non hanno capito assolutamente nulla. Chiudere le curve, 5/6 giornate non cambierà assolutamente nulla, sospendere la partita per qualche minuto non cambierà la mentalità di nessuno. Bisogna punirli individualmente e pesantemente.

Ritornando ai fatti, dei 6 solo 1 è stato escluso a vita dallo stadio per aver avuto un comportamento “razzistaminaccioso e aggressivo” e non potrà mai più assistere ad una partita del Chelsea allo Stamford Bridge, gli altri hanno avuto una condanna inferiore di massimo di 2 anni solo per essersi espressi in modo volgare ed aggressivo.


CONSIGLIATI PER TE

Napolipiu.com rispetta la tua privacy. Noi e i nostri partner utilizziamo, sul nostro sito, tecnologie come i cookie per personalizzare contenuti e annunci, fornire funzionalità per social media e analizzare il nostro traffico. Facendo clic di seguito si acconsente all'utilizzo di questa tecnologia. Puoi cambiare idea e modificare le tue scelte sul consenso in qualsiasi momento ritornando su questo sito. AccettoLeggi di più