Editoriali calcio NapoliFocus

Napoli, è sempre colpa dei tifosi? Basta ritiratevi in pensione

A Napoli è sempre colpa dei tifosi, i fans non sono liberi di esprimere critiche, immediatamente censurati da vecchi e nuovi paladini della comunicazione.

[better-ads type=”banner” banner=”105133″ campaign=”none” count=”2″ columns=”1″ orderby=”rand” order=”ASC” align=”center” show-caption=”1″][/better-ads]

NAPOLI. Ora basta!, non è possibile che a Napoli sia sempre colpa dei tifosi. Possibile che i napoletani non sono liberi di esprimere nessun giudizio, giusto o sbagliato che sia?

Ad ogni critica corrisponde la solita stucchevole multa mediatica, di vecchie e nuove cariatidi del giornalismo nostrano, che a differenza della mozzarella di bufala, o della pizza, non sono di rilievo nazionale o internazionale.

SEMPRE COLPA DEI TIFOSI

Pochi, se non  pochissimi, esprimono giudizi equilibrati, ed è un piacere ascoltarli o leggerli, penso ai Zaccone, ai Brunetti ai Cirillo, ai Silver Mele, Forgione o Elio Goka e mi perdonino se ne dimentico qualcuno. Di contro troppe sono le vecchie e nuove “glorie”, sempre pronte a censurare il tifoso.

Dall’alto del pulpito mediatico, al di là di come ognuno se ne faccia un’idea, giusta o sbagliata, affermarla con certezza, quell’idea, soprattutto se diretta a forti sospetti, senza prove, senza documenti, senza verifiche certe e incontestabili, sarebbe un azzardo punto e basta, anche davanti all’evidenza.

PRO O CONTRO DE LAURENTIIS

Sembra che il concetto social di essere pro o contro De Laurentiis abbia investito anche coloro che dovrebbero essere super partes, per una questione professionale e perchè no anche di vocazione.

Napoli, è sempre colpa dei tifosi. Basta ritiratevi in pensione

Vecchie e nuove penne che sentenziano sempre contro il tifoso, elogiando sistematicamente la dirigenza azzurra: e l’equilibrio? possibile che la ragione sia di casa sempre da una sola parte?.

Criticare i tifosi e come criticare gli spettatori quando un film è un flop. Il Napoli non è un flop ma una bellissima realtà. I tifosi azzurri però non sono semplici tifosi, nel senso comune del termine, a differenza di altri, il napoletano è innamorato, e come tale reagisce: Volete criticare chi ama? ne siete davvero in grado? Ora basta è giunto il momento che qualcuno vada in pensione e che altri cambino modus operandi prima di implodere. La rete non perdona.

POTREBBE INTERESSARTI: I napoletani con l’ironia demolirono Hitler: Ecco cosa fecero

Back to top button

Benvenuto su napolipiu.com

Consenti gli annunci sul nostro sito Sembra che tu stia utilizzando un blocco degli annunci. Ci basiamo sulla pubblicità per finanziare il nostro sito.