ULTIME NOTIZIE SU NAPOLI

CORRIERE- Milik il Napoli rifiuta le contropartite della Juventus. ADL ha imposto una condizione

MILIK 50 MILIONI

Milik via da Napoli per 50 milioni. De Laurentiis rifiuta le contropartite della Juventus.  L’agente del Polacco prova  a trattare  il rinnovo.

Il futuro di Arek Milik è sempre più lontano da Napoli. Il polacco, per ora, non ha trovato ancora l’accordo col club azzurro per il rinnovo del contratto in scadenza a giugno 2021.
La trattativa per il prolungamento contrattuale è in fase di stallo Nonostante abbia un solo anno di contratto, il Napoli lo valuta non meno di 50 milioni.
Secondo quanto riferito dal Corriere del Mezzogiorno: “Arek Milik, è il fulcro del mercato del Napoli. Le sue quotazioni sono in rialzo. I numeri di Milik parlano chiaro: 12 gol in 22 presenze, uno ogni 129 minuti.
La trattativa per il rinnovo continua, l’entourage di Milik è convinto che l’ingaggio debba essere equiparato a quello percepito da Insigne e Lozano.
La permanenza di Mertens poi oscura l’ambizione del polacco di diventare protagonista. Al cospetto di uno stipendio di 4 milioni circa, Milik accetterebbe anche una clausola rescissoria di 100 milioni di euro. Nei prossimi giorni potrebbe esserci un incontro con il suo agente Pantak“.

MILIK VIA DA NAPOLI SOLO PER 50 MILIONI

“La Juventus si è mossa sotto traccia fiutando l’affare visto il contratto in scadenza fra tredici mesi.  Il club bianconero prova a far entrare contropartite tecniche nell’affare, vedi Cuadrato ndr.  Aurelio De Laurentiis ha fatto sapere ai bianconeri di non essere interessato a scambi e che non si priverà di Milik per meno di 50 milioni.
Milik piace anche all’estero, arrivano segnali da Atletico Madrid, Schalke 04eTottenham.
Se Milik parte o resta è presto per dirlo, ma il Napoli si guarda intorno: Azmoun dello Zenit San Pietroburgo è un’idea concreta, l’attaccante iraniano ha dato il suo gradimento, servirà un accordo con il club russo che lo valuta 35 milioni. I contatti con l’entourage sono frequenti, il Napoli sembra non voler andare oltre i 25 milioni”.

Archivi