Gazzetta: “Ancelotti rischio esonero, individuato il traghettatore del Napoli”

rischio esonero ancelotti

Gazzetta: “Ancelotti rischio esonero, individuato il traghettatore del Napoli” così scrive la rosea nell’edizione odierna parlando della crisi della squadra. 

Il tecnico di Reggiolo ha spedito tutti in ritiro, almeno fino alla gara con l’Udinese. Lo stesso Ancelotti potrebbe essere esonerato qualora nelle prossime due partite non dovesse esserci una reazione significativa.

RISCHIO ESONERO PER ANCELOTTI

Ancelotti a rischio esonero” a sottolinearlo è Gazzetta dello Sport.  Nell’edizione odierna, il quotidiano sportivo sottolinea come la fermezza del tecnico di voler andare in ritiro, allungandolo forse anche fino a martedì prossimo, sia dovuta al fatto che la “sua posizione è fortemente in discussione.

Aurelio De Laurentiis sta pensando ad un eventuale presa di posizione, forte, se nelle prossime due gare (Udinese e Genk) non ci sarà un’inversione di tendenza”.

Il traghettatore del Napoli è già stato individuato è risponde al nome di Rino Gattuso, che è anche in contatto con la Fiorentina.

Commisso l’avrebbe individuato per sostituire Montella se a breve non dovessero arrivare i risultati. All’ex allenatore del Milan verrebbe affidato il compito di traghettatore fino al termine della stagione.

Successivamente, si discuterebbe sul futuro” scrive la rosea a firma di Mimmo Malfitano.

GATTUSO TRAGHETTATORE DEL NAPOLI

Il rischio esonero per Ancelotti ha fatto scattare una misura impopolare, che lo stesso tecnico aveva criticato pubblicamente in conferenza stampa. Il ritiro non piace a nessuno e ieri quando è stato comunicato ai calciatori in tanti hanno storto il Napoli.

Si parla anche di aspre critiche dei giocatori al tecnico, segnale che la soluzione al problema è molto difficile da trovare.

Il Napoli pensa al traghettatore in caso di addio anticipato del tecnico di Reggiolo, Gattuso è un nome che darebbe carica alla squadra in un momento difficile.

L’ex allenatore rossonero ha dimostrato di avere delle qualità quando gestiva un Milan allo sbaraglio, ma bisogna fare attenzione anche alla posizione di Max Allegri che ha rifiutato di recente anche la panchina dell’Arsenal.