Alvino: “De Laurentiis non esonera Ancelotti per un motivo. Vi spiego tutto”

de laurentiis esonera ancelotti

De Laurentiis non esonera Ancelotti dalla panchina del Napoli, come chiede la piazza. Carlo Alvino spiega i motivi di questa scelta

 

Il Napoli sta vivendo la peggior crisi dell’era De Laurentiis, solo con Donadoni si è avuta la stessa media punti. La piazza napoletana chiede sui social l’esonero di Ancelotti da parte del presidente De Laurentiis.

Dopo la sconfitta contro il modesto Bologna, il pubblico del San Paolo ha fischiato la squadra il tecnico e il figlio Davide.

In conferenza stampa, Carlo Ancelotti ha diviso le responsabilità tra lui e la squadra, ordinando il ritiro da mercoledì.

Ai microfoni della radio ufficiale del calcio Napoli, è intervenuto Carlo Alvino, giornalista di Tv Luna vicinissimo alle vicende azzurre.

Alvino ha spiegato i motivi del mancato esonero di Ancelotti da parte del presidente De Laurentiis, soffermandosi anche sulla crisi del Napoli:

De Laurentiis non esonera Ancelotti dall’incarico perché crede nella possibilità di risalire in campionato e di poter raggiungere gli ottavi di finale di Champions da raggiungere.

Il Napoli ha dimostrato di saper fare calcio e se crede ed è convinto che sia giusto andare avanti con Ancelotti vuol dire che ha la certezza che sia la strada migliore da percorrere.

Carlo Ancelotti, da persona intelligente, ha rivisto le proprie convinzioni e ha deciso per la strada più giusta che è quella di restare tutti uniti e andare avanti ritrovando compattezza.

Adesso è inutile girare attorno al problema. Non mi interessa che tipo di ritiro è, ovvero se costruttivo o punitivo“.

Alvino ha poi aggiunto: “Se Ancelotti ha deciso di mandare la squadra in ritiro da mercoledì, vuol dire che ha il polso della situazione. Oggi il Napoli ha bisogno di ritrovare le proprie certezze, di ritrovare se stesso “.