Le Interviste

Coppola: “Il Napoli deve provare a trattenere Gattuso, ma ho una sensazione”

Il giornalista Gianfranco Coppola è intervenuto ai microfoni di Radio Marte per parla del futuro di Gennaro Gattuso al Napoli

Il giornalista Gianfranco Coppola è intervenuto ai microfoni di Radio Marte per parla del futuro di Gennaro Gattuso al Napoli.

Trattenere Gattuso al Napoli sembra praticamente impossibile, ma secondo il giornalista Gianfranco Coppola Aurelio De Laurentiis dovrebbe fare almeno un tentativo:

Credo che il Napoli dovrebbe provare a trattenere Gattuso ma non credo che ci riuscirà. Con i calciatori ha un rapporto vero ma la società va per fatti suoi, si continua a parlare di Allegri e di Sarri. Imperdonabile che dopo la perdita familiare sia venuto fuori anche il suo problema di salute. Sul piano umano è un allenatore amatissimo. Anche se arrivasse al quarto posto sarebbe difficile una permanenza.

L’addio di Gattuso, pesantemente criticato da Enrico Fedele, sembra praticamente scontato, ecco perché si pensa ad un possibile sostituto:

Napoli è una piazza abbastanza complicata. Italiano e De Zerbi allenerebbero con una grande pressione, sarebbero punti interrogativi. Scarterei il cavallo di ritorno Sarri, mentre Juric ha più esperienza e maggiore equilibrio tattico, peraltro caratterialmente lo vedo abbastanza forte da reggere la pressione. Gli altri allenatori pretenderebbero poi investimenti di mercato che difficilmente si potranno fare. S
u chi deve fare la corsa il Napoli? Guardando il campo direi la Juventus ma nel finale di stagione generalmente caccia ferocia. Rimane l’Atalanta, anche perché il Milan è una squadra sottovalutata ma di grande qualità. Silenzio stampa? Fin quando la Lega non si adegua all’UEFA non ne verremo fuori. Noi giornalisti vogliamo stabilire un protocollo in tal senso a livello collaborativo, chiederemo di non applicare i silenzio stampa cervellotici

Back to top button

Benvenuto su napolipiu.com

Consenti gli annunci sul nostro sito Sembra che tu stia utilizzando un blocco degli annunci. Ci basiamo sulla pubblicità per finanziare il nostro sito.