Primo Piano

IL MATTINO- La clausola di Sarri pericolosa, top club contattano l’agente. Futuro in bilico…

La clausola di Sarri pericolosa per il futuro. In bilico la sua permanenza a Napoli. Top club contattano l’agente del tecnico toscano.

NAPOLI- Scrive il Mattino – Sarri se ne sta acquattato come un gatto. E aspetta. È alla vigilia di una sette giorni infernale in cui, tra Roma, Manchester City e Inter, deve capire che vette ha raggiunto il suo Napoli. Ma ha anche un futuro su cui iniziare a riflettere. Come è normale che sia.

Top club contattano l’agente

Club importanti che già da questa estate hanno iniziato a prendere contatti con il suo agente, Pellegrini, ne stanno sollecitando la sua fantasia. Soprattutto del procuratore toscano. E nessuna creda alla favola che Maurizio non ci stia pensando.

Blindarlo per non correre rischi

Resta a Napoli? Certo, ha un triennale ancora tra le mani che lo lega al club azzurro. E ha soprattutto una voglia matta di andare avanti in questo matrimonio. Non ha il contratto in scadenza, ma si sa che i pezzi di carta, nel calcio, possono valere poco o niente. Così nessuno, in questo periodo, se la sentirebbe di giurare sulla sua permanenza perché se gli arrivasse una super chiamata potrebbero nascere sviluppi clamorosi. De Laurentiis continua a ripetere che Sarri rimarrà al Napoli ma lui stesso sa bene che qualcosa dovrà fare in questi mesi per blindarlo per davvero e per non correre rischi.

La clausola di Sarri pericolosa

L’ideale sarebbe proporgli il terzo rinnovo di contratto in meno di due anni e in quella sede rimuovere la clausola da 8 milioni di euro che consentirebbe, se versata tra il 2 febbraio e il 31 maggio del 2018, di liberarsi a giugno del 2018. In caso contrario, il contratto tra Sarri e il Napoli proseguirebbe fino al 2020. Senza altre clausole pendenti.

Si decide a Marzo?

L’impressione attuale è che Sarri, troppo preso dai suoi impegni, preferisce parlare di un eventuale nuovo contratto a marzo. Anche perché in quei giorni sarà più chiaro dove sarà il Napoli. De Laurentiis ha tutte le intenzioni di far rispettare il contratto fino al 2020: verrà rispettato ma, almeno per il momento, non prolungato. Né, tanto meno, ritoccato. Questo, sia chiaro, al momento. Poi è chiaro che le cose potrebbero cambiare. È successo la stessa cosa nel giugno del 2016, quando il patron e l’ad Chiavelli cancellarono le clausole unilaterali che consentivano al Napoli, alla fine di ogni anno, di decidere se far restare Sarri o meno.

Hai trovato interessante l’articolo? Condividilo sui social

Testa le tue abilità e commenta sulla  nostra pagina Facebook

Sei pronto per seguirci su Twitter?

LEGGI ORA TUTTO SUL NAPOLI

COMINCIA SUBITO A CONOSCERE LA STORIA DI NAPOLI

Back to top button

Benvenuto su napolipiu.com

Consenti gli annunci sul nostro sito Sembra che tu stia utilizzando un blocco degli annunci. Ci basiamo sulla pubblicità per finanziare il nostro sito.