Andreazzoli sul futuro di Di Lorenzo: E’ pronto per il Napoli!

Andreazzoli sul futuro di Di Lorenzo: “E’ pronto per il Napoli! Bennacer? Ha qualità notevoli…” Così l’allenatore dell’Empoli si è espresso sui suoi 

[better-ads type=”banner” banner=”108237″ campaign=”none” count=”2″ columns=”1″ orderby=”rand” order=”ASC” align=”center” show-caption=”1″][/better-ads]

 

Aurelio Andreazzoli, allenatore dell’Empoli, ha parlato ai microfoni di Radio Kiss Kiss Napoli, soffermandosi su Giovanni Di Lorenzo ed altri obiettivi.

Andreazzoli sul futuro di Di Lorenzo

Aurelio Andreazzoli, allenatore dell’Empoli, ha parlato ai microfoni di Radio Kiss Kiss Napoli, soffermandosi su Giovanni Di Lorenzo ed altri obiettivi che il Napoli ha puntato in casa Empoli:

“Di Lorenzo? Con lui ho passato la stagione della B e questa, e lo sento un po’ come un figlio, l’ho visto crescere in maniera esponenziale. E’ un ragazzo che merita l’attenzione che ha. E’ un gran lavoratore, ha qualità sia fisiche che tecniche. Alla fine la giustizia è andato su chi lo merita.Sempre presente, sempre senza avere bisogno di stimoli, è un gran lavoratore, ha grandi qualità, anche morali. La giustizia prima o poi arriva, ha prevalso, va verso chi lo merita.

“E’ pronto per il Napoli!”

Pronto per gli azzurri? Credo non ci siano dubbi, potevano esserci l’anno scorso, ma ha sostenuto alla grande il confronto con gli altri giocatori di Serie A. Il ragazzo moralmente è a posto, è forte anche di testa, non credo che sia condizionabile, è necessario avere le qualità, e lui ce le ha, credo sia molto più facile giocare e mettersi in evidenza con il Napoli che non con l’Empoli perchè con compagni più forti è più facile mostrarsi”. 

Su Bennacer

Il tecnico ha poi parlato di Bennacer: “Ha margine di miglioramento notevole ma ha solo un’esperienza di questo campionato in quel ruolo, anche lui è sempre andato in crescendo, ha qualità notevoli, può fare il play come mezz’ala, in quel ruolo ha anche meno compiti. E’ un processo di maturazione che lui deve completare”.

 

Altre storie
Carlo Ancelotti, la bestia nera dei granata. Quel 13 marzo che…