Tutto Napoli

Amir Rrahmani: “Napoli, gruppo unito. Osimhen e koulibaly fantastici. Vi rivelo il segreto di Spalletti”

Il difensore, ha rilasciato una lunga intervista a Radio Kiss Kiss Napoli

Amir Rrahmani, difensore del Napoli, ha parlato della sua esperienza con Luciano Spalletti e si è complimentato con Osimhen e koulibaly.

NAPOLI, AMIR RRAHMANI A KISS KISS

Amir Rrahmani, difensore del Napoli, sta vivendo un momento magico. Il kosovaro ha scalzato Manolas dalle preferenze di Spalletti e con Koulibaly sta formando una coppia quasi impenetrabile.

Il difensore azzurro, ha parlato  della sua esperienza in azzurro e delle ambizioni della squadra  ai microfoni di  Radio Goal, programma in onda sulle frequenze di Kiss Kiss:

Nazionale”Per me è un grande onore essere il capitano del Kosovo: sono felice di rappresentare la mia nazionale. Siamo solo all’inizio del campionato, abbiamo fatto bene finora, ma la strada è ancora lunga. Mi sono subito trovato bene con i miei compagni di squadra, siamo un bel gruppo e speriamo di continuare così. Dopo gli impegni con le nostre nazionali siamo pronti per affrontare il Torino”.

Napoli: “La città è innamorata della squadra, c’è tanto entusiasmo in giro. Ma noi sappiamo che dobbiamo tenere i piedi per terra”.

Osimhen: “Arriva sul pallone sempre prima di tutti. In quelle palle a metà strada. Victor Osimhen, con la sua velocità, riesce sempre ad anticipare gli avversari”.

Amir Rrahmani Napoli
Amir Rrahmani e Osimhen

Luciano Spalletti: “Grazie a lui siamo più uniti rispetto al passato. Noi ci fidiamo di lui, stiamo attenti a seguire le sue direttive. Il segreto è che siamo molto uniti”.

La difesa: “Siamo molto affiatati, ma il merito è da condividere con tutti i calciatori. Noi facciamo bene perché supportati alla grande anche di centrocampisti e attaccanti”.

Goal alla Fiorentina: “Abbiamo visto una rete realizzata dal Borussia Dortmund e l’abbiamo applicata al campo. Il video lo avevamo visto la mattina e l’abbiamo provato il pomeriggio”.

Koulibaly: Kalidou è un grande uomo e un calciatore fortissimo: per me è un onore giocare con lui”.

Juric: “Le sue squadre non sono mai semplici da affrontare, sono aggressive, affrontano gli avversari a uomo per  tutto il campo. Sarà molto dura affrontare il Torino”.

Tifosi: “L’anno scorso, quando sono venuto a Napoli, giocavamo senza tifosi e non era sport quello. Abbiamo bisogno della nostra gente”.

Palle inattive: “A volte è difficile fare goal, ci sono tante squadre che si mettono tutte in difese e le palle inattive possono diventare fondamentali”.

Europa League: “Siamo ancora rammaricati per la sconfitta contro lo Spartak, ma speriamo di riscattarci fin dalla prossima partita”.

Obiettivi: “Il campionato è ancora lungo, ma ci piacerebbe che la classifica finale di serie A a maggio restasse così, sarebbe un sogno”.

Back to top button

Benvenuto su napolipiu.com

Consenti gli annunci sul nostro sito Sembra che tu stia utilizzando un blocco degli annunci. Ci basiamo sulla pubblicità per finanziare il nostro sito.