Xabi Alonso a Sorrento: “Napoli può vincere l’Europa League!” Su Fabian…

Xabi Alonso tifa Napoli. l’ex centrocampista del Bayern Monaco ha parlato a Sky sport: "D’ora in poi tiferò Napoli, Ancelotti è un maestro e poi in azzurro ho due amici come Callejon e Albiol".

Xabi Alonso: “Napoli può vincere l’Europa League!” L’ex campione del Real Madrid ieri sera a Sorrento ha incontrato Carlo Ancelotti e Josè Maria Callejon.

[better-ads type=”banner” banner=”108237″ campaign=”none” count=”2″ columns=”1″ orderby=”rand” order=”ASC” align=”center” show-caption=”1″][/better-ads]

Xabi Alonso, ex centrocampista di Liverpool, Real Madrid e Bayern Monaco, campione del mondo nel 2010 e due volte sul tetto d’Europa con la Spagna, è a Sorrento per la sesta edizione della kermesse giovanile «Torneo delle Sirene». A Xabi, oggi alla guida dell’under 13 dei Galacticos, la permanenza in campania è stata l’occasione per  rincontrare il mister Ancelotti che lo ha valorizzato sia ai tempi del Real che del Bayern. Ieri sera, infatti, in un noto albergo sorrentino, ha riabbracciato il mister. Presente anche José Maria Callejon.

Su Ancelotti e il Napoli

L’ex calciatore ha rilasciato alcune dichiarazioni al quotidiano Il Mattino. Sul mister azzurro ha dichiarato: “Ancelotti è una grande persona, prima ancora che un allenatore di livello mondiale. Con lui in panchina il Napoli può vincere l’Europa League. È una squadra che mi attira molto perché propone, attacca, offre un bel gioco. Mi piaceva quando in panchina c’era Maurizio Sarri, mi piace ancora di più adesso che l’allenatore è il mio amico Carlo. E poi tra gli azzurri ci sono Raul Albiol e José Maria Callejon, miei compagni di squadra al Real: faccio sempre il tifo per loro”. Chiaro il segnale che Alonso tiferà il napoli contro l’Arsenal, match in programma giovedì 11 aprile alle ore 21.00

Su Fabian

Alonso ha poi parlato anche del rendimento di Fabian Ruiz: “È un ottimo centrocampista. Al Betis si è espresso ad alti livelli, a Napoli si è subito inserito nell’ambiente e nei meccanismi di gioco. È capace di giocare bene sia nel breve che nel lungo, ragion per cui mi piace vederlo giocare da centrale più che da esterno di centrocampo. Ha disputato un’ottima prima parte di stagione, ma credo che stia migliorando e che possa farlo ulteriormente in futuro”.