Varie-Calcio

Superlega – De Luca punge Agnelli: “Disastro enorme, come la Fiat Duna”

Vincenzo De Luca presidente della Regione Campania interviene sulla Superlega e ad Agnelli dice: "Che disastro, come la Fiat Duna"

Ve la ricordate la Fiat Duna? E’ stata chiamata in causa da Vincenzo De Luca per pungere Andrea Agnelli in riferimento alla Superlega. Il presidente della Regione Campania è sempre attento ai temi molto popolari e durante la diretta facebook di venerdì 23 aprile 2021, non si è trattenuto. De Luca ha voluto commentare la Superlega ed ha fatto una battuta su Agnelli ricordando la Duna, vecchia auto lanciata dalla Fiat che ha avuto veramente scarso successo.

È difficile immaginare un dirigente sportivo capace di fare un tale disasotro e un attimo di masochismo così grande per la squadra che dirige. E’ l’equivalente di una macchina della FIAT di qualche tempo fa che fu un vero e proprio disastro, la macchina più brutta al mondo, la ‘Duna’. Questa iniziativa di una lega dei ricchi è l’equivalente sportivo della ‘Duna’ a livello automobilistico.

La storia della Fiat Duna

Una curiosità è la storia della Fiat Duna, utilizzata da De Luca per tirare una frecciatina ad Agnelli. L’auto sbarcò in Italia nel 1987 ma era un  modello molto venduto in Sudamerica, soprattutto in Brasile e Argentina. In pratica la Duna fu costruita per affrontare le strade accidentate di quei territori, era una variante a tre volumi della Fiat Uno, mentre le meccaniche erano derivate dalla Fiat 127 prodotta in Brasile. Nell’idea della casa automobilistica in Italia la Fiat Duna avrebbe dovuto sostituire la Fiat 128, modello lussuoso che piaceva moltissimo sul mercato. Ma la vettura arrivata dal Sud America aveva un’estetica molto discutibile che non sfondò mai sul mercato italiano. Stessa sorte ebbero anche i modelli di Duna berla a 4 porte e station wagon che fu denominata Fiat Duna Weekend.

Back to top button

Benvenuto su napolipiu.com

Consenti gli annunci sul nostro sito Sembra che tu stia utilizzando un blocco degli annunci. Ci basiamo sulla pubblicità per finanziare il nostro sito.