Spal, Lazzari: “ero tifoso del Milan, andavo con mio padre al Bar…”

Spal, Lazzari: "ero tifoso del Milan, volevo inviare a Galliani il mio curriculum"

Spal, Lazzari a DAZN ammette di aver tifato Milan. Il terzino, monitorato anche da Mancini, ha rivelato anche qualche segreto, forse anche in ottica mercato.

[better-ads type=”banner” banner=”105133″ campaign=”none” count=”2″ columns=”1″ orderby=”rand” order=”ASC” align=”center” show-caption=”1″][/better-ads]

Spal, Manuel Lazzari ha rilasciato una lunga intervista a DAZN.  Il terzino è accostato al Napoli e da Ferrara danno per chiusa la trattativa per il passaggio alla corte di Ancelotti in estate.

Le parole di Lazzari sono destinate a far discutere i tifosi del Napoli. Il terzino, in odore di Nazionale, ammette che da bambino ha sempre tifato Milan. notizia che di questi tempi non piacerà ai supporter azzurri:

Un giorno sicuramente mi vedo come terzino, il mio punto di riferimento è Cancelo perché ad oggi secondo me è il terzino più forte del mondo e ogni volta che lo vedo giocare mi innamoro. Non avessi fatto il calciatore, visto che ho studiato meccanica, sarei finito a lavorare in quel mondo”.

LAZZARI TIFAVA MILAN

Da bambino tifavo Milan, spiega Lazzari, andavo sempre al bar con mio papà a vedere le partite, quindi 10 anni fa il mio curriculum da calciatore lo avrei inviato a Galliani, da quando gioco, invece, non tifo ovviamente più una squadra ben precisa”.

Lazzari è elogiato per la sua bravura nel cross. Talento che, in realtà, è stato perfezionato nel tempo, come lui stesso ammette: “Sono migliorato tantissimo nei cross, perché più che tecnicamente ci ho lavorato di testa e ho capito come va colpito il pallone; prima era davvero scarso. Poi ho capito come fare. Credo sia una questione di testa, tutto qui”.