napolipiu.com
Calcio Napoli e cultura Napoletana: Ecco il sito che parla la tua lingua

Serie A, Jorginho sul Napoli. Le sue parole emozionano i napoletani

“Quando arrivai in Italia pagai 20 euro a notte per stare in un convitto, mia madre piangeva: sono stati anni difficili, ma sono maturato molto”

Al canale ufficiale della lega di serie A arrivano le parole di Jorginho sul Napoli. Il centrocampista azzurro ha parlato a cuore aperto, dal suo arrivo in Italia al passaggio al Napoli. Le sue parole emozionano i napoletani.

Napoli, ecco perché Jorginho è indispensabile.

 Parla Jorginho

“Sono nato ad Imbituba, una città piccola ma fantastica sul mare in Brasile. D’inverno non c’era l’acqua calda per fare la doccia, non era semplice mangiare per tre giorni di fila la stessa cosa. Però io volevo andare oltre. Sono arrivato in Italia quando avevo 15 anni, da solo e senza la mia famiglia. Per me è stato molto difficile, ma io volevo troppo questo, lasciarmi andare per i miei genitori non è stato semplice. Però era anche il loro sogno”.

L’arrivo in Italia

“Ho vissuto in un convitto pagando 20 euro al giorno, sono stati due anni difficili ma che mi hanno aiutato molto anche nel maturare. La prima volta che mia mamma venne in Italia, dopo la seguì anche mio padre, non faceva altro che piangere. Quando entrò allo stadio non riuscì a contenersi, è stata la cosa più bella della sua vita perchè ha visto il suo bambino riuscire a raggiungere questo sogno che era fantastico anche per lei. Poter aiutare la mia famiglia mi rende felice, sono orgoglioso di quello che sto facendo. Penso sempre alle difficoltà che ho avuto per non accomodarmi, a me piace andare nei posti semplici per vedere la gente e non perdere i valori reali della vita che non sono solo i soldi. Ci sono delle parole chiavi che ho imparato come umiltà e determinazione”.

Jorginho sul Napoli

“Giocare nel Napoli è qualcosa di fantastico perché qui ti fanno sentire veramente speciale, qualcosa di unico. Tutti i bambini e non solo sognano lo scudetto, lo sdognamo anche noi. Possiamo vincerlo se riusciremo a restare tutti uniti anche nelle difficoltà”.

CONSIGLIATI PER TE