Primo Piano

Romania-Kosovo interrotta per un’ora: striscioni offensivi, Rrahmani lascia il campo

Interrotta Romania – Kosovo gara valida per le qualificazioni a Euro 2024, cori e striscioni offensivi: il capitano Rrahmani ha abbandonato il terreno di gioco.

Euro 2024 Caos durante Romania-Kosovo, match valido per le qualificazioni agli Europei 2024. La partita è stata interrotta per oltre un’ora a causa di cori e striscioni di stampo nazionalista da parte dei tifosi di casa contro la nazionale kosovara.

In particolare, dagli spalti si sono levati cori “Kosovo è Serbia” e uno striscione con la stessa scritta. Il capitano del Kosovo e difensore del Napoli, Amir Rrahmani, ha così deciso di abbandonare il campo in segno di protesta.

Dopo una lunga sospensione e trattativa tra le parti, l’arbitro ha ripreso il gioco, tra lo stupore generale per quanto accaduto. Un episodio che ha macchiato il match e riportato a galla le tensioni tra Romania e Kosovo.

Rrahmani ha dato un segnale forte lasciando il terreno di gioco di fronte a quegli slogan offensivi. Un gesto da leader per stigmatizzare un comportamento inaccettabile da parte dei tifosi romeni.

Benvenuto su napolipiu.com

Consenti gli annunci sul nostro sito Sembra che tu stia utilizzando un blocco degli annunci. Ci basiamo sulla pubblicità per finanziare il nostro sito.