Calcio NapoliLe Interviste

Roma-Napoli, Koulibaly lancia la sfida scudetto. Parole da brividi del difensore azzurro

Il difensore del Napoli crede nel titolo ed elogia i compagni di squadra

Koulibaly ha parlato dopo Roma-Napoli. Il difensore senegalese crede nello scudetto: “E’ un onore essere il capitano alle spalle di Insigne”.

ROMA-NAPOLI, LE PAROLE DI KOULIBALY

Kalidou Koulibaly, difensore del Napoli,  al termine di Roma-Napoli ha rilasciato alcune dichiarazioni ai microfoni di  Dazn:

E’ un buon punto. Difficile vincere tutte le partite. Siamo venuti qui sapendo che la Roma volesse reagire, noi siamo contenti di aver difeso bene la porta contro una squadra forte. Abbiamo fatto una grande partita, avevamo anche fatto gol, peccato per il fuorigioco“.

Come ti trovi con Rrahmani?

“Possiamo sempre imparare da tutti. Dobbiamo tenere la rete inviolata perché davanti possono fare gol in qualsiasi momento. Avere questa solidità, venire qui a Roma e non subire gol non è da tutti. Amir è un gran difensore e l’ha dimostrato già l’anno scorso. Poi che ci sia lui, Manolas o Juan Jesus noi dobbiamo lavorare insieme per mantenere la rete inviolata“.

C’è tanto sacrificio l’un per l’altro nella vostra squadra.

“Vogliamo sacrificarci per tutti. Fabian e Anguissa stanno facendo molto bene, tutti i calciatori sono a disposizione della squadra. Nessuno è egoista, siamo un gruppo che vive molto bene e in campo si vede. Dobbiamo rimanere uniti fino alla fine”.

IL SOGNO SCUDETTO

Koulibaly su Roma-Napoli ha poi aggiunto:
“E’ troppo presto per pensare allo scudetto. Anche se abbiamo vinto tutte le partite finora con questo pareggio non siamo più in vetta da soli, c’è il Milan. Per il momento vogliamo solo vincere tutte le partite che possiamo, per lo scudetto si vedrà a marzo-aprile”.

Cosa provi a indossare la fascia di capitano quando non c’è Insigne?
“E’ un grande orgoglio. Sono da anni al Napoli e tutti hanno fiducia in me. E’ un onore essere il capitano alle spalle di Lorenzo, ma Insigne è il primo. Napoli è una città che è nel mio cuore e mi fa molto piacere indossare la fascia”. 

KOULIBALY POTREBBE INCONTRARE IL TIFOSO CHE L’HA OFFESO CON FRASI RAZZISTE

Kalidou Koulibaly potrebbe incontrare il tifoso della Fiorentina che l’aveva insultato durante la sfida con il Napoli e di questa possibilità ha parlato anche il sindaco di Firenze Nardella. :

“Sono molto felice di questa disponibilità, abbiamo instaurato dei contatti con il giovane tifoso e il suo legale, io confido nella possibilità di organizzare questo incontro, sarebbe un fatto molto bello. Mi sto impegnando al massimo perché questo incontro tra Koulibaly e il giovane tifoso si possa realizzare, sarebbe un grande messaggio di maturità e di civiltà.

Per questo ringrazio sia la Fiorentina che il Napoli che hanno mandato più volte segnali di impegno sul fronte della lotta al razzismo, dobbiamo sradicare per sempre il razzismo dagli stadi, servono anche gesti tra Koulibaly e il giovane tifoso, ci spero, ci sto lavorando e mi auguro che questo ragazzo e il suo legale arrivino a una disponibilità in questo senso”.

Back to top button

Benvenuto su napolipiu.com

Consenti gli annunci sul nostro sito Sembra che tu stia utilizzando un blocco degli annunci. Ci basiamo sulla pubblicità per finanziare il nostro sito.