Calcio NapoliSenza categoria

Nicchi e Rizzoli esaltano gli arbitri mediocri. Var ridimensionato e arbitraggi faziosi

Arbitri mediocri, Nicchi e Rizzoli li premiano. Ridimensionato il Var, la sudditanza psicologica ritorna a pieno titolo in serie A.

Contrordine compagni, pardon tifosi e sportivi italici: il turno infrasettimanale è stato un trionfo per gli arbitri di Nicchi e Rizzoli. Per la XIII giornata di campionato, fra il campo, Var e IV Uomo Rizzoli ha confermato in blocco tutto il gruppo arbitrale che ha tanto esaltato la XII giornata di campionato per correttezza e giustezza di tutte le decisioni prese.

Mancherà soltanto Massa di Imperia ma pare che lo stop era nell’aria dopo la prova del Meazza. La direzione di inter – Napoli è stata eccellente ma il bravissimo arbitro ligure sconta lo stop per gli affrettati ed ingiusti cartellini gialli mostrati ai nerazzurri Brozovic e Skriniar.

Ma voci di corridoio fanno sapere che sulla mancata utilizzazione di Massa abbia di fatto pesato il semplice cartellino giallo, invece del rosso, mostrato a Ospina in occasione del fallo su Darmian.
La strada intrapresa dai vertici AIA è chiara per la svolta storica di un settore spesso ingiustamente criticato. La conferma di quasi tutto il team arbitrale per la tredicesima tornata dopo l’eccezionale prestazione del turno precedente è indicativa in proposito.

GLI ERRORI DEGLI ARBITRI SI PAGANO SOLO SE…

Sono ormai lontani anni luce (I giornata del 24 agosto 2019) quando Nicchi e Rizzoli furono costretti ad un super affaticamento per mettere le cose al proprio posto prima che certe iniziative arbitrali potessero degenerare. Fortunatamente l’intervento di Nicchi e Rizzoli alla prima giornata di campionato fu lesto e determinante per la regolarità della stagione agonistica 2019 – 2020.

Il rigore assegnato al Napoli contro la Fiorentina non poteva passare e il presidente dell’AIA dovette correre, alla sua età, alla Domenica Sportiva per attaccare duramente Massa e Valeri, autori della inenarrabile nefandezza compiuta. Rizzoli, dal canto suo, non rese vano l’affaticamento di Nicchi e, sostenuto giustamente dai media indignati per l’accaduto, punì con un mese d’inattività l’arbitro Massa e non utilizzò per tre giornate Valeri.

BYE BYE VAR

Valeri era al VAR e non sempre il cosiddetto protocollo del VAR consente l’intervento dell’addetto ma il penalty accordato ai partenopei era di una gravità assoluta e Valeri avrebbe dovuto richiamare Massa e distoglierlo dalla decisione intrapresa. Ma ormai e acqua passata e con le nuove indicazioni ricevute pare che la normalità sia prassi consolidata giornata dopo giornata per gli arbitri tutti.

Fermato Massa, Rizzoli ha utilizzato subito Doveri (VAR di Sassuolo – Milan) dopo la buona prova offerta in Juventus – Atalanta. La concessione del rigore assegnato alla Juventus è stata una finezza arbitrale di prim’ordine. Vero è che Chiesa è caduto un metro più avanti, ma l’arbitro romano, avallato dall’esperto Irrati al monitor, è stato bravissimo a cogliere il tocco di Hateboer sul fuoriclasse bianconero avvenuto qualche minuto prima.

Per fortuna il tecnico orobico non ha dato vita ad una delle sue solite sceneggiate sul rigore subito dalla squadra, evitando che Nicchi si “disgustasse” ancora una volta come gli era accaduto per i 2 rigori assegnati da Pasqua alla Juventus contro la Fiorentina nella passata stagione.

Si conferma una certezza di garanzia quindi Irrati (subito al VAR di Atalanta – Roma). Prima di Juventus – Atalanta, Irrati si era egregiamente distinto al VAR di Napoli – Milan (VIII giornata) dove di fatto, insieme a Paganessi, aveva confermato tutte le scelte di Valeri in campo soprattutto sulle svariate simulazioni di Koulibaly. Il colpo di faccia al gomito di Ibrahimovic e il volo sulla gamba di Donnarumma avrebbero tratto in inganno chiunque ma difficile che tutto ciò potesse sfuggire al trio arbitrale così preparato e affidabile.

MEDIOCRITÀ O MALAFEDE?

Rizzoli non si è dimenticato nemmeno di Abisso (IV Uomo in Sassuolo – Milan) e Di Bello (dirige Atalanta – Roma) esperti assodati sui calci di rigore, come conferma la loro presenza in Roma – Torino. Non solo il fallo su Dzeko ma Abisso sui rigori fu bravo anche in Milan – Fiorentina (IX) nell’azzeccare il doppio rigore in area toscana.

Proprio recentemente (Genoa – Juventus, XI) Di Bello è stato bravo nel cogliere la gamba sinistra di Cuadrado che si allargava nell’area ligure fino a toccare la gamba destra di Rovella; difficile cogliere quel fallo da rigore ma il direttore pugliese ci è riuscito. Per la XIII giornata mancherà Massa ma ci saranno anche Calvarese (Parma – Juventus) e Valeri (VAR di Inter – Spezia).

Back to top button

Benvenuto su napolipiu.com

Consenti gli annunci sul nostro sito Sembra che tu stia utilizzando un blocco degli annunci. Ci basiamo sulla pubblicità per finanziare il nostro sito.