NAPOLI NOTIZIE

Napoli, voragine di 50 metri si è aperta all’Ospedale del Mare: evacuato il Covid center

Enorme voragine all’Ospedale del Mare di Napoli. All’alba si è aperto un cratere di 50 metri. Evacuato il covid Center. Inghiottite alcune auto.

NAPOLI. Si è aperta all’alba una enorme voragine nel parcheggio interno dell’Ospedale del mare di Ponticelli, presidio dell’Asl Napoli 1 dove è stato allestito durante la prima pandemia un Covid center che ora è stato evacuato.

L’ospedale è in stato di emergenza, attivati i gruppi elettrogeni, manca l’acqua. La Procura apre un’inchiesta, sul posto il pm di turno Gennaro Damiano, coordinato dal procuratore aggiunto Raffaello Falcone. Si indaga per individuare le cause di quello che al momento viene considerato un crollo.

Il buco nell’asfalto nell’area riservata alle auto del personale misura circa 50 metri per 50 ed è profondo almeno 15 metri. All’interno della voragine sono finite alcune auto. Non ci sarebbero vittime o feriti. Sul posto i vigili del fuoco. Paura tra i residenti, in un primo momento si era pensato a un’esplosione, ma al momento si indaga per un crollo.

LA VORAGINE

Tra le 06.30 e 6.45 di questa mattina si è avvertito un forte boato all’interno dell’area parcheggio visitatori dell’Ospedale del Mare di Ponticelli. Il boato, si legge in una nota dell’Asl, è stato determinato da un’implosione che ha generato una voragine di circa 2000 metri quadrati per una profondità di circa 20 metri.

I vigili del Fuoco sono sul posto e benché la voragine abbia inghiottito alcune auto, al momento pare che non siano state coinvolte persone. In tutto l’Ospedale del Mare al momento è interrotta l’alimentazione elettrica dalla cabina principale ma il presidio è alimentato dai gruppi elettrogeni che garantiscono la piena operatività della struttura e la piena efficienza dell’attività assistenziale.

DE LUCA SUL POSTO

Al momento è esclusa la natura dolosa della voragine che si è aperta nel parcheggio dell’ospedale del Mare. È quanto informa una nota dell’Asl Napoli 1. In tutto l’Ospedale del Mare al momento è interrotta l’alimentazione elettrica ma il presidio è alimentato dai gruppi elettrogeni che garantiscono la piena operatività della struttura. Nel più breve tempo possibile l’ASL Napoli 1 Centro provvederà a chiudere temporaneamente il Covid Residence per impossibilità a garantire acqua calda e energia elettrica.

Il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, ha effettuato un sopralluogo nel parcheggio dell’ospedale del Mare. De Luca, accompagnato dal direttore generale dell’Asl Napoli 1, Ciro Verdoliva, ha detto «Ci occuperemo anche di questo».

Back to top button

Benvenuto su napolipiu.com

Consenti gli annunci sul nostro sito Sembra che tu stia utilizzando un blocco degli annunci. Ci basiamo sulla pubblicità per finanziare il nostro sito.