ULTIME NOTIZIE SULL'EMERGENZA CORONAVIRUS

Gravina: “Europeo tappo per i campionati, se non lo togliamo esplode tutto”

intervista gabriele gravina salva campionato

Gabriele Gravina presidente della Figc intervistato dal Corriere dello Sport: “Europeo blocca i campionati. Vogliamo terminare la massima competizione”.

Nella lunga intervista il presidente della Figc fa il punto sul problema coronavirus legato al calcio. Il mondo del pallone si è fermato, la Serie A prima di tutti. Ora si pensa a come far terminare i campionati, con l’ipotesi play off che deve essere l’ultima soluzione. La prima grande competizione a saltare per far terminare il massimo campionato italiano (e non solo) sarebbero gli Europei 2020.

Sono il primo a dispiacermi. Per i tifosi e per tutti collaboratori del calcio che da mesi ci lavorano. Per la meravigliosa giornata inaugurale di Roma che salterà. Per il danno economico che deriva al calcio, già dalla rinuncia delle due amichevoli contro Inghilterra e Germania. E per l’attesa sportiva. Potevamo giocarcela, perché veniamo da un periodo straordinario e Mancini ha lavorato benissimo.

Gravina fa sapere che in maniera non ufficiale si è parlato dello slittamento con le altre federazioni, ma serve ancora l’accordo anche se c’è fiducia che questo accada.

OBIETTIVO TERMINARE IL CAMPIONATO: ECCO LE DATE

Gravina della Figc nell’intervista al Corriere dello Sport indica anche le possibili date per salvare il campionato e quindi terminare la massima competizione senza play off e play out.

Abbiamo una dead line: E’ il 30 giugno. Scadono contratti, assicurazioni, licenze. Finisce l’anno calcistico. Andre oltre significa introdurre modifiche regolamentari del tutto eccezionali. Quanti giorni servono? Dai 45 ai 60 giorni. In due mesi portiamo tutto a termine con certezza. Se pure iniziamo a maggio, si può fare.

Secondo il presidente Gravina lo scudetto si potrebbe anche non assegnare nel caso la situazione non dovesse migliorare entro maggio, ma in ballo non c’è solo il titolo ma anche tutti gli altri posizionamenti, dalla Champions League alla retrocessione, alle promozioni in Serie A.

Archivi