Calcio Napoli

L’arbitro Gavillucci: “Udinese-Napoli andava sospesa a causa dei cori razzisti”

Gavillucci, primo arbitro a sospendere una gara per cori razzisti, bacchetta il collega Manganiello: "Udinese-Napoli andava sospesa"

Claudio Gavillucci tuona: “I cori in Udinese-Napoli? La partita andava fermata, il regolamento parla chiaro”.

Gavillucci, è stato il primo arbitro che abbia fermato una partita di Serie A per l’insorgere di continui cori razzisti dagli spalti. Il fischietto ha parlato a Radio Punto nuovo di quanto accaduto lunedì sera alla Dacia Arena, quando i tifosi dell’Udinese hanno intonato cori razzisti contro Napoli e i Napoletani:

GAVILLUCCI SU UDINESE NAPOLI

“Non avevo visto la gara,  e la prima cosa che sono andato a controllare quando me l’hanno detto se i cori erano udibili, chiaramente. Possiamo dire che Manganiello non abbia rispettato il regolamento? Il regolamento parla chiaro, l’arbitro deve far fare l’annuncio e può interrompere momentaneamente la gara, poi un eventuale interruzione definitiva spettava alle forze dell’ordine“.

GAVILLUCCI CORI UDINESE NAPOLI
LA CURVA DELL’UDINESE

Gavillucci aggiunge: “Dopo la mia interruzione di quella gara, se non sbaglio anche Rocchi interruppe la partita Roma-Napoli. Purtroppo, ci sono state anche altre occasioni e non capisco perché lunedì sera Manganiello non abbia interrotto momentaneamente la partita“.

LEGGI ANCHE

Back to top button

Benvenuto su napolipiu.com

Consenti gli annunci sul nostro sito Sembra che tu stia utilizzando un blocco degli annunci. Ci basiamo sulla pubblicità per finanziare il nostro sito.