Calcio Napoli

Gattuso: “Napoli come Roma. I giocatori smanettano troppo con i cellulari. Llorente resta. Non stiamo dietro alle stronzate”

Gennaro Gattuso ha parlato al termine di Udinese-Napoli. Il tecnico calabrese bacchetta i suoi giocatori e chiede più concentrazione e cattiveria.

Il Napoli batte l’Udinese per 2-1 grazie ad una rete di Bakayoko al 90. La squadra di Gattuso ha portato a casa tre punti importantissimi ma la gara è stata all’insegna dei soliti errori.

Gennaro Gattuso  ai microfoni di Sky sport manda un chiaro messaggio al Napoli. Il tecnico calabrese ha parlato nel post-partita della Dacia Arena per analizzare cosa va e cosa non va nel complicato momento degli azzurri.

“Oggi non era facile dopo quello che era successo contro lo Spezia. La squadra è viva, sa che deve giocare sempre al massimo, abbiamo degli obiettivi importanti. Mercoledì scorso abbiamo preso una mazzata incredibile, oggi abbiamo sofferto, sono contento ci siamo ripresi quello che abbiamo perso contro lo Spezia”.

Gattuso incoraggia Rrahmani

Rrahmani? Mi spiace per Amir, è un grande professionista, ma un allenatore deve fare delle scelte. Avrà altre opportunità.

I giovani di oggi devono smanettare meno, si va troppo sul telefonino, si leggono troppe cose. Già giocare in una piazza come Napoli è difficile, è come Roma, ci sono tante radio e siti.

Se mettiamo le energie sul campo anziché leggere – perché di stronzate ne dicono tante – e stando sul pezzo, forse qualcosa possiamo ancora migliorarla. Alla fine faremo i conti”.

Gattuso bacchetta i suoi giocatori:

“Dobbiamo stare sul pezzo, lavorare. Non mi arrabbio dal punto di vista tecnico. Tante volte il pericolo non lo annusiamo. I numeri sono incredibili. Abbiamo preso qualche tiro in porta in più ma eravamo sempre la’.

Non posso vedere che se sbagliamo un gol poi i difensori iniziano a pensare che è normale prendere gol. Dobbiamo migliorare questo aspetto. Questa squadra non ha mai avuto la mentalità di saper soffrire.

Nel calcio non c’è solo una fase, c’è la componente emotiva e caratteriale. Non abbiamo perso per sfiga. Palla sul palo e in 5 seguono Pobega senza attaccarlo è mancanza di cattiveria.

Non bisogna vedersi sempre allo specchio come Brad Pitt, qualche volta bisogna essere anche Calimero, un po’ brutto e sporco”.

Llorente resta a Napoli

“Per ora Llorente non si muove, Osimhen è ancora positivo, farà il tampone domani, ma ha il braccio ancora un po’ gonfio, quindi bisogna attendere. Stiamo bene così. Sto meglio, senza lentine, un po’ gonfio per il troppo cortisone”.

Back to top button

Benvenuto su napolipiu.com

Consenti gli annunci sul nostro sito Sembra che tu stia utilizzando un blocco degli annunci. Ci basiamo sulla pubblicità per finanziare il nostro sito.